Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

homer75

Napoli - Juventus 1-0, commenti post partita

Recommended Posts

Sconfitta assurda! Assurda!

La classica partita che se rigiochiamo 20 volte la vinci 19!

E' persino difficile da giudicare razionalmente, dato che lascia un'incazzatura profonda.

Ci provo.

 

Per descriverla io parto dalla premessa, cioè proprio dalla premessa alla partita.

Un po’ la temevo, ma per un motivo cabalistico più che altro. Innanzitutto perché lo scorso anno, proprio di questi tempi, ci presentammo a Napoli contro una squadra in piena crisi e senza difesa titolare. Risultato: sconfitta, e con una partita pessima (ben diversa da quella di stasera). E poi perché sto vivendo questo periodo, come immagino tutti voi, come un lungo tour de force nel quale la squadra deve abbinare le vittorie alla gestione delle forze.

E torno allora ai primi di febbraio, quando davanti mi trovavo: Inter, Roma, Inter, Napoli, Porto.

Se tutti quanti voi eravate sicuri che avremmo fatto filotto completo, 5 su 5… beh, complimenti a voi, sincero. Io no, io anzi avevo un po’ di timore, perché 5 big-match in 15 giorni non ricordo mai di averli vissuti.

 

Ora… chiaro che considerassi le due sfide contro l’inter le più sentite, quelle che avrebbe fatto più male perdere. Invece passiamo il turno abbastanza bene e battiamo la Roma senza subire tiri in porta. Siccome la quinta, il Porto, possiamo dire che fa storia a sé… ecco che la penultima partita di questo (faticoso, ricordiamocelo) ciclo equivaleva in un certo senso all’ultima. Nel senso che vincendo stasera avevamo la sensazione di aver scollinato un bell’ostacolo e di aver guadagnato anche uno dei bonus persi durante l’anno. Però pensavo: la squadra, dopo la sbornia di coppa, arriverà con questa convinzione contro un Napoli che avrebbe giocato come un Gruppo unito (date le dimostrazioni) a difesa del suo allenatore? Mah.

 

Altro elemento della premessa: il racconto del prepartita.

Probabilmente sbaglierò io eh, ma innanzitutto parlare di “Napoli morto” per me non esiste. Il Napoli è stato anche sfortunato in diverse partite (a Milano contro l’Inter meritava nettamente la vittoria, contro lo Spezia ha tirato 30 volte in porta perdendo, ecc), e attualmente, nonostante tutto, è a 2 punti da noi! Quindi forse era "malaticcio" come lo siamo stati anche noi durante l’anno, ma parliamo pur sempre della quarta in classifica (con una partita in meno).

Poi: gli infortunati! Stesso copione già letto contro il Milan. “Ecatombe Napoli”, “Privo di mille titolari”, ecc ecc.

Poi leggo le formazioni delle due squadre e vedo gli assenti e i panchinati per problemi fisici. Ora, considerando che nessuna squadra ormai ha un “11” titolare, ma ha comunque un novero di 14/15 giocatori che ruotano tra i titolari, il Napoli ha giocato con 8 titolari e mezzo, o addirittura 9 e mezzo, la Juve con 9. Mò non guardate il mezzo, il trequarti, ecc, ma siamo lì. Al Napoli, si è detto, mancavano i due difensori centrali titolari. Ma in realtà Maksimovic ha giocato tantissime partite da titolare. Però consideriamolo pure un non titolare. Sulle fasce Di Lorenzo e Mario Rui. Che sono due dei tre titolari, l’altro è Hysaj, mentre Ghoulam di certo non lo possiamo considerare tale da un pezzo. A centrocampo ha giocato coi due: Bakayoko e Zielinski! Due titolari. Gli altri erano in panchina. L’unico assente era Demme, un panchinaro. Davanti giocavano Insigne, Osimhen, Lozano e Politano. Di questi solo Politano non sarebbe titolare fisso, ma stiamo parlando di uno dei dodicesimi di Gattuso, di uno che ha segnato 6 gol e fatto 2 assist. C’è da dire che Osimhen non è ancora in condizione, è vero. Ma intanto questi erano. Cioè… avessero giocato Koulibaly e Manolas (e ripeto, Maksimovic ne ha giocate tante), chi altro si sarebbe detto che gli mancava? Mertens?

La Juve giocava con Bernardeschi e Rabiot titolari, due che come sappiamo sarebbero panchinari in una formazioe ideale, con Rabiot che però di partite da titolare ne ha giocate tante, ma forse più per mancanza di alternative che di altro. Arthur fuori. McKennie che regge solo mezzora e quindi in panchina. Due terzi del centrocampo ideale (il terzo sarebbe Bentancur) fuori. In più a fine 1°t si infortunerà Cuadrado, uno dei titolarissimi veri, degli irrinunciabili. Assente anche Dybala che fa il paio con Mertens, e Ramsey che fa il paio con Demme. La vera differenza, quindi, se proprio vogliamo era là in difesa dove giocava Rrahmani, mentre noi eravamo "costretti" a mettere Bernardeschi. Dico “costretti” perché alcuni giocatori è anche normale che rifiatassero. Alex Sandro rientrato dal covid le ha giocate tutte, Danilo avrebbe bisogno di tirare il fiato e gioca. Di McKennie ho detto. Kulusevski ha sostituito sempre Morata nelle ultime uscite e anche lui ha ruotato, ecc.

Insomma, non tutta sta grande differenza, per come l’avevano dipinta. Ma il racconto ci dirà “Napoli STOICO” (cit. Caressa) ecc ecc. Bah, sarò strano io…

 

Particolarità: si scontravano le squadre che avevano giocato di più in questo 2021, avendo fatto entrambe Supercoppa e semifinali di Coppa Italia. Solo che la Juve ha avuto avversari più tosti e ultimamente tutti in successione.

 

Il primo tempo è stato da 0-0. Alla pari. Nessuna delle due ha prevalso, anche se inizialmente con un paio di ripartenze avevamo dimostrato di potergli fare male, ma Bernardeschi illuminava già la sua serata mandando a Mergellina un tiro che Ronaldo gli lasciava calciare comodissimo, da posizione e postura perfetta. Niente: Mergellina. Ad ogni modo non so dire se abbiamo un po’ sottovalutato il Napoli, non approcciando benissimo, o se, come mi sembra, riscontrassimo difficoltà ad impostare da dietro senza trovare l’uomo libero a centrocampo (o senza che il centrocampista si facesse vedere). In pratica facevamo un giro palla sterile perché mancava l’Arthur della situazione che viene, prende palla, SI GIRA IN AVANTI, e gioca a calcio. Al Napoli però stava bene così, credo che loro avrebbero firmato anche per il pareggio. Ne è uscito quindi un primo tempo scialbo. “Regalato”? Mah, sì, forse, ma quanti primi tempi “scialbi” abbiamo visto da tutte le squadre, e anche contro squadre piccole, che si chiudono, ecc? Semplicemente è stato un primo tempo da 0-0 sputato.

Con la differenza che l’abbiamo chiuso in svantaggio!

Per un rigore assurdo! Da una palla nemmeno giocata su azione, un cross da una punizione dalla trequarti… Bah! Il VAR vede la sbracciata di Chiellini (che c'era, ma ingenua, tipica del difensore che "sente" il contatto con l'avversario sul petto e trova... la faccia! Talvolta nemmeno li fischiano, ed è paradossale visto che forse, senza quell'ingenuità, sarebbe stato tra i migliori in campo, perchè non ha fatto passare uno spiffero e ha esso anche un paio di toppe a due vuoti di De Ligt), ma successivamente l'arbitro si perde clamorosamente il secondo giallo a Di Lorenzo.

Sotto 1-0.

 

Il 2°T lo giochiamo ad una porta! Il 2°T è un monologo, sin dal primo minuto, con Chiellini e De Ligt piazzati a centrocampo, e facendo via via varie sostituzioni sempre più in chiave offensiva. McKennie entra per Bentancur, entra Kulusevski (con Chiesa, Ronaldo, Morata, tutti insieme… e lo stesso Weston), fuori Bernardeschi (che, mi spiace, meriterebbe un capitolo a parte, perché non si può giocare sempre in 10)… ma la palla che non vuole saperne di entrare! Collezioniamo occasioni sin dal primo minuto! Niente! Szczesny senza parate (ma ha sulla coscienza un passaggio sbagliato, non il solo in verità, a fine 1°t, che costringerà Cuadrado ad un recupero disperato che lo farà infortunare... e speriamo non sia niente di grave ,Tek), e Meret che fa i mezzi miracoli! Niente! Delle varie occasioni create 4 saranno addirittura tiri dall’area piccola!!! 4 tiri dall’area piccola! Niente! Ci prova Ronaldo più volte, di sinistro, provando a girare sottoporta… nulla. Ci prova Morata con uno squillo in una partita ancora faticosa (si vede che deve ritrovare smalto): niente! Chiesa: niente! Mischie, palle in mezzo… niente!

Meret diventa il migliore in campo!

E noi perdiamo una partita che a detta di molti abbiamo giocato male… ma che se gli altri vincono allora, dovrebbero aver giocato meglio eh, scusate! Invece no: primo tempo pari, secondo tempo a senso unico.

 

Leggendo qua e là pensavo di averla vista solo io così, può darsi. Poi sento Gattuso che dice: “Abbiamo sofferto tanto. "Sicuramente la Juventus meritava di più".

Così come sento Pirlo (che in questi mesi non ha lesinato critiche alla squadra quando giocava male, talvolta anche quando giocava bene) dire: “Abbiamo perso senza subire un tiro in porta. Nel 2°t abbiamo creato tante occasioni, ma è mancato il gol. Il rigore? Ci condanna un episodio dubbio, che se fosse stato fischiato a nostro favore avrebbe scatenato polemiche. C'era anche il secondo giallo a Di Lorenzo nel 1°t. Capita che molti episodi possano essere giudicati in modo diverso contro la Juve, visto che siamo sempre sulla bocca di tutti. Ad ogni modo la prestazione c'è stata, ora dobbiamo guardare avanti”.

Al di là della considerazione sugli episodi arbitrali (però non facciamo nemmeno gli snob… ci sarà una differenza tra ricordarsi un episodio per 30 anni e dire per 3 ore nel post gara che il Napoli doveva rimanere in 10 dal 1°t…), sui quali si potrebbe aprire il capitolo della gestione dei cartellini di Doveri, lo stesso di Juve-Atalanta, lo stesso che non espulse De Roon per il fallo su Cuadrado, lo stesso che non fischiò il sandwich Romero-Toloi su Arthur, che stiamo ancora pagando, e che stasera ammonisce pure Rabiot per un non-fallo… dicevo, al di là di queste considerazioni che possono piacere o meno… il resoconto dei due allenatori non fa una grinza! Partita che non perdi nemmeno se la rigiochi 20 volte!

Ma forse c'è chi pensa che giocando ogni 3gg un filotto contro Inter, Roma, Inter, Napoli, Porto, si debba pure dominare 90 minuti invece di 45 (dopo una prima frazione da 0-0). Beh, sarebbe bellissimo, lo so. Ma allora potremmo anche non seguire le partite, perché saremmo sicuri di dominare (e conseguentemente vincere) sempre!

 

Detto ciò… neanche quando si vince si è perfetti, figuriamoci quando si perde. E allora va detto chiaramente che c'è ancora chi fa il compitino a centrocampo. Ditemi quello che volete, ma se dobbiamo accontentarci di questo tipo di “partite buone” di Rabiot, cioè partite da sufficienza, senza mai un passaggio illuminante, una passaggio agli attaccanti, una presenza davvero dominante, un tiro… significa che accettiamo con troppa facilità una certa mediocrità. Mentre Bentancur lo conosciamo, sappiamo che rende al meglio ormai con Arthur, e che è spesso altalenante.

Solo che poi c’è chi invece non fa nemmeno il compitino, e non lo fa da una vita! Perché è davvero insopportabile, ormai, sapere che giochi con uno in meno, con uno "sbocco" in meno. Vedere quei tiri che non beccano mai la porta, e quasi sempre calciati col corpo all’indietro per tirare a giro... vedere quei contropiedi, o anche quelle azioni, che quando arrivano in determinati piedi sulla trequarti avversaria (o sull’esterno sinistro), di colpo cessano perché i pedi si girano e fanno dietrofront, restituendo palla in difesa... aaargh!

In tal senso speriamo di ritrovare al più presto Arthur (ma ancora ce ne vorrà, sigh) e che McKennie ritrovi i 90 minuti.

 

Che assurdità! Che assurdità!

 

Una mano ci arriva da La Spezia, dove il Milan non vola a +10, e questo è importantissimo (anche se tocca sperare pure in qualcun altro, coi prescritti che però sentono l’odore del sangue). Ma insomma… erano 3 punti che avremmo meritato e che non prendiamo per demeriti nostri (e meriti di Meret), sebbene accompagnati da un’ evidente casualità episodica.

Le attenuanti sono quelle citate ad inizio post, ovvero il filotto di big-match, il tour de force, ecc. Ma la verità è che purtroppo queste partite possono capitare, specie negli scontri diretti (al Napoli capitò contro l’inter… cioè, a loro “regalarono” 3 punti giocando nettamente meglio, a noi li prendono giocando nettamente peggio… spostate questi 6 punti in classifica e… vabbè!). La verità è che si sentono i punti persi ad inizio campionato, quando non dovevamo perderli (in teoria, ma eravamo in rodaggio, ecc). Punti di cui siamo sempre e costantemente alla rincorsa. Ma è questa la differenza: a chi insegue basta un passo falso e la classifica si complica. Anche se hai vinto tutte le partite del 2021, tranne una. Ora tranne due.

 

Sbolliamo la rabbia, riordiniamo le idee, e pensiamo al Porto.

  • Mi Piace 7
  • Grazie 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 minuti fa, SuperT ha scritto:

Alcuni si.. Come alcuni dell’Inter. Ma più che altro loro hanno le riserve, cosa che a noi mancano.

Io l'unico che prenderei da quelle due squadre è uno tra Barella e Kessie, il resto mi pare poca roba. Non che Barella e Kessie siano dei fenomeni, ma meglio di Ramsey/Bentancur. Escludo Rabiot che quando si mette dimostra di valere qualcosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non si gioca mai tra le linee, squadra molto larga in fase di possesso e giocatori molto distanti tra loro. 
Le partite tatticamente vengono preparate male(fatta eccezione per la partita con la Roma), il gioco è confusionario, non ci sono idee su come colpire gli avversari. Il palleggio è lento e sterile.

E il modulo continua a convincermi poco.

Pirlo ha le sue colpe evidenti e innegabili, sono il primo a dirlo, ma bisogna anche parlare del centrocampo che senza Arthur è poco tecnico e molto macchinoso. 
Bentancur è un giocatore che si esalta a volte contro le piccole perché riesce a vincere i contrasti contro dei giocatori che a momenti neanche sanno stoppare la palla, più si alza il livello e più vengono fuori i suoi limiti, perde spesso la palla e non riesce ad essere incisivo in alcun modo.

La realtà secondo me è che abbiamo una squadra di corridori, ma di tecnica ce n’è poca, a questo si aggiunge la scarsa capacità di Pirlo di leggere tatticamente le partite. Ultimamente è stato paragonato ad Allegri, quest’ultimo a livello tattico è di un altro pianeta.

Vediamo cosa accadrà con il Porto, non credo che si possa fare peggio di Lione-Juve, anche se mai dire mai nel calcio.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, Leevancleef ha scritto:

 

Io sono d'accordo con te in tutto, purtroppo il problema è che il fatto di avere uno svantaggio così grande sulle prime due ci porta ad essere costretti a fare "filotti" con tutte le squadre, a prescindere dalla loro forza. Come facemmo nel 15/16, lì dovevi vincere sempre perché partimmo troppo male e in quei frangenti vincevamo sempre. 

Purtroppo lo scudetto si sta allontanando, non ho perso la speranza, ma sto proprio incazzato perché potevamo approfittarne.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Da qualche commento e dalla sintesi mi è sembrato che si sia giocato ad una porta e abbiamo perso per una cappella INUTILE di Chiellini (con il pallone che va tranquillo verso le mani del numero1).

Chi ha visto la partita come ha visto il gioco e la partita in generale?

Per farmi un'idea vista la Champions alle porte e la corsa di fine campionato più accesa che mai.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Quante barzellette che ho letto su Rabiot!!!

E dette da gente che poi é capace di dire "ma come * guardate le partite?"

 

"Quando parte é irresistibile".

"Forte quando ci sono spazi per ribaltare l'azione"

"Un fenomeno nella seconda parte della stagione scorsa"

"Ottimo in fase di copertura".

"Gran recupera-palloni". 

 

Mi chiedo io: Ma sta gente che vuole dare lezioni di calcio, sa come si gioca a centrocampo? Sono mai andati in campo?

Lasciate stare il calcio dai, non é ne la play ne il subbuteo.

 

Premesso che non abbiamo di certo per suo demerito (anche oggi per me sufficiente) e detto che riconosco che nelle ultime gare é migliorato, alla pari delle ultime gare dello scorso campionato, aggiungerei:

Non mi stupisco dei suoi recenti progressi; credo che peggiorare non potesse proprio, non c'erano proprio i margini di peggioramento. É un anno e mezzo che é da noi e salvo in cinque o sei gare sufficienti mi é sempre apparso completamente inutile, troppo passivo. Altro che recupera palloni, altro che cavallo pazzo (una discesa ogni dieci gare forse), di testa malgrado la statura ne prende veramente poche, non calcia mai da fuori (salvo il bel gol con il Milan), non cambia mai ritmo, non si inserisce mai cambiando marcia (e sappiamo che molte difese si mettono in crisi così), non supporta mai le punte, cammina troppo spesso (anche ieri e non dite di no), se un centrocampista avversario si inserisce di certo non lo segue tanto dietro ci penseranno i nostri fenomeni. Certo dispone di un gran tocco di palla e di tanta eleganza. Anche di notevole calma nella gestione di non semplici situazioni (Martedi sera peoprio bene). E niente da dire riguardo al suo comportamento. Ma é troppo poco, troppo, troppo poco!!! Passaggini all'indietro e in orizzontale in sostanza troppa prevedibilità. E tutto questo perché? Son certo che il motivo principale é la totale mancanza di grinta, determinazione e soprattutto PERSONALITA' ovvero la totale mancanza di coraggio di provare alcune giocate, un tiro da fuori, di provare una volta a saltare l'uomo...... Più semplice per lui é affidarsi ai compagni, ci penseranno loro.

Abbiamo bisogno di ben altro per ambire a grandi traguardi.

Non é comunque lui il problema più grande. Giocare con Bernareschi credo sia dura per tutti. Anche con Benta (l'uruguagio comunque a dimostrato con Arthur di poter essere utile). Le responsabilitá più grandi le ha la dirigenza. Sapendo di dover competere in 3 manifestazioni con gare ogni 3 giorni non ha di certo costruito una squadra completa. Pirlo che colpe ha? La squadra era giá fatta. A Gennaio potevano rimediare ma niente, hanno pensato solo a Scamacca. A metá campo abbiamo troppe squadre superiori a noi pur disponendo di Arthur (eccezzionale) e la bella sorpresa Mckennie (ora poco lucido e stanco).

Aggiungiamo poi che non abbiamo di certo delle punte che si sacrificano molto (anzi nemmeno un pò direi), é comprensibile che il nostro gioco faccia molta fatica a decollare.

Cercasi trequartista urgentemente!!!!

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ieri le 2 squadre dovevano mettersi a specchio e fare questo tutti i 90 minuti. Il napoli si è confermata squadraccia, ma noi siamo riusciti a fare peggio. 

tenor.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bernardeschi in campo,la sintesi della partita finisce qui. Un allenatore che schiera ancora titolare un disastro come il sopracitato lo fa apposta. Nessuno sano di mente metterebbe titolare,con il Napoli,una ciofeca di giocatore come il carrarese. Vuol dire regalare all'avversario la superiorità numerica e castrare il gioco in partenza. Qui non si tratta di inesperienza,questa è proprio malafede. Poi, per carità,si può perdere ma almeno si combatte. Nessuno pretende di vincerle tutte ed a Napoli puoi anche uscire sconfitto ma questa squadra manca di reazione,manca totalmente di idee. Fuori Arthur non teniamo un pallone,dal pressing avversario non usciamo mai mentre loro eludono il nostro con facilità. Quest'anno va così ma speriamo di arrivare almeno in cl. Poi che si faccia una valutazione seria e si inizi un progetto sensato perché questo Pirlo è troppo acerbo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Zotoss ha scritto:

Se Pirlo non fosse stato il giocatore che é stato da noi (e pure al Milan), e lo si giudicasse solo come allenatore, probabilmente l'avrebbero cacciato giá da Dicembre.

 

Questo passerá alla storia per essere il primo allenatore a non vincere lo scudetto con la Juve dopo 9 anni consecutivi, rendiamoci conto che pure il benzinaio ha sfangato questa vergogna.

 

E disponendo nel suo organico di una leggenda del calcio, fra l'altro ancora in buona forma.

 

A parte questo, non ci vedo mai niente di esaltante quando vedo giocare la Juve di Pirlo.

Una squadra sempre poco equilibrata e poco compatta.

 

O giochiamo propositivi e prendiamo 2/3 gol da chiunque, o giochiamo (o meglio non giochiamo) per portare a casa vittorie risicate.

Caratterialmente la squadra ha perso la compattezza, aggressivitá e grinta che erano il nostro marchio di fabbrica e ci facevano passare indenni i normali periodi di opacitá degli scorsi anni.

Ora invece la squadra dá l'idea di non saper reagire alle avversitá, se una partita si mette male per episodi vari (sfortuna, arbitro, etc etc) rimaniamo li a subire come fossimo una "sfinter" qualunque.

 

E tutto questo atteggiamento passivo e incostistente traspare dalle parole e dalle interviste di Pirlo, ogni volta che parla di una partita.

Zero grinta, tanto fatalismo. Questo é ciò che mi trasmette Pirlo ogni volta che parla, dal primo giorno che si é insidiato.

Sbaglierò io, ma intanto mi sembra abbia trasmesso lo stesso ai suoi giocatori.

 

Sono deluso da lui, ma soprattutto da Agnelli che ha deciso di affidare un ruolo così delicato ad un debuttante. 

Forse é prevalso l'interesse di farci abbassare la cresta per poter garantire più interesse al campionato. Come nel 2006.

Analisi post sconfitta.

La squadra adesso è più solida. Ieri sera solo quel rigore poteva far segnare l'ASL, e nonostante non abbiamo fatto la nostra miglior prestazione abbiamo avuto 3 palle gol importanti, e solo un po di sfortuna e la bravura del loro portiere non ci ha permesso di pareggiare.

Vediamo come va ma non tutto è da buttare.

Arturo ad oggi è fondamentale e attendo con ansia e finalmente dybala

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sia con Allegri, Sarri e ora  con Pirlo giochiano con i retropassaggi verso il portiere qualcosa mi dice che non è totalmente colpa dell'allenatore ma di chi comanda lo spogliatoio .

Share this post


Link to post
Share on other sites
48 minuti fa, Leevancleef ha scritto:

Sconfitta assurda! Assurda!

La classica partita che se rigiochiamo 20 volte la vinci 19!

E' persino difficile da giudicare razionalmente, dato che lascia un'incazzatura profonda.

Ci provo.

 

Per descriverla io parto dalla premessa, cioè proprio dalla premessa alla partita.

Un po’ la temevo, ma per un motivo cabalistico più che altro. Innanzitutto perché lo scorso anno, proprio di questi tempi, ci presentammo a Napoli contro una squadra in piena crisi e senza difesa titolare. Risultato: sconfitta, e con una partita pessima (ben diversa da quella di stasera). E poi perché sto vivendo questo periodo, come immagino tutti voi, come un lungo tour de force nel quale la squadra deve abbinare le vittorie alla gestione delle forze.

E torno allora ai primi di febbraio, quando davanti mi trovavo: Inter, Roma, Inter, Napoli, Porto.

Se tutti quanti voi eravate sicuri che avremmo fatto filotto completo, 5 su 5… beh, complimenti a voi, sincero. Io no, io anzi avevo un po’ di timore, perché 5 big-match in 15 giorni non ricordo mai di averli vissuti.

 

Ora… chiaro che considerassi le due sfide contro l’inter le più sentite, quelle che avrebbe fatto più male perdere. Invece passiamo il turno abbastanza bene e battiamo la Roma senza subire tiri in porta. Siccome la quinta, il Porto, possiamo dire che fa storia a sé… ecco che la penultima partita di questo (faticoso, ricordiamocelo) ciclo equivaleva in un certo senso all’ultima. Nel senso che vincendo stasera avevamo la sensazione di aver scollinato un bell’ostacolo e di aver guadagnato anche uno dei bonus persi durante l’anno. Però pensavo: la squadra, dopo la sbornia di coppa, arriverà con questa convinzione contro un Napoli che avrebbe giocato come un Gruppo unito (date le dimostrazioni) a difesa del suo allenatore? Mah.

 

Altro elemento della premessa: il racconto del prepartita.

Probabilmente sbaglierò io eh, ma innanzitutto parlare di “Napoli morto” per me non esiste. Il Napoli è stato anche sfortunato in diverse partite (a Milano contro l’Inter meritava nettamente la vittoria, contro lo Spezia ha tirato 30 volte in porta perdendo, ecc), e attualmente, nonostante tutto, è a 2 punti da noi! Quindi forse era "malaticcio" come lo siamo stati anche noi durante l’anno, ma parliamo pur sempre della quarta in classifica (con una partita in meno).

Poi: gli infortunati! Stesso copione già letto contro il Milan. “Ecatombe Napoli”, “Privo di mille titolari”, ecc ecc.

Poi leggo le formazioni delle due squadre e vedo gli assenti e i panchinati per problemi fisici. Ora, considerando che nessuna squadra ormai ha un “11” titolare, ma ha comunque un novero di 14/15 giocatori che ruotano tra i titolari, il Napoli ha giocato con 8 titolari e mezzo, o addirittura 9 e mezzo, la Juve con 9. Mò non guardate il mezzo, il trequarti, ecc, ma siamo lì. Al Napoli, si è detto, mancavano i due difensori centrali titolari. Ma in realtà Maksimovic ha giocato tantissime partite da titolare. Però consideriamolo pure un non titolare. Sulle fasce Di Lorenzo e Mario Rui. Che sono due dei tre titolari, l’altro è Hysaj, mentre Ghoulam di certo non lo possiamo considerare tale da un pezzo. A centrocampo ha giocato coi due: Bakayoko e Zielinski! Due titolari. Gli altri erano in panchina. L’unico assente era Demme, un panchinaro. Davanti giocavano Insigne, Osimhen, Lozano e Politano. Di questi solo Politano non sarebbe titolare fisso, ma stiamo parlando di uno dei dodicesimi di Gattuso, di uno che ha segnato 6 gol e fatto 2 assist. C’è da dire che Osimhen non è ancora in condizione, è vero. Ma intanto questi erano. Cioè… avessero giocato Koulibaly e Manolas (e ripeto, Maksimovic ne ha giocate tante), chi altro si sarebbe detto che gli mancava? Mertens?

La Juve giocava con Bernardeschi e Rabiot titolari, due che come sappiamo sarebbero panchinari in una formazioe ideale, con Rabiot che però di partite da titolare ne ha giocate tante, ma forse più per mancanza di alternative che di altro. Arthur fuori. McKennie che regge solo mezzora e quindi in panchina. Due terzi del centrocampo ideale (il terzo sarebbe Bentancur) fuori. In più a fine 1°t si infortunerà Cuadrado, uno dei titolarissimi veri, degli irrinunciabili. Assente anche Dybala che fa il paio con Mertens, e Ramsey che fa il paio con Demme. La vera differenza, quindi, se proprio vogliamo era là in difesa dove giocava Rrahmani, mentre noi eravamo "costretti" a mettere Bernardeschi. Dico “costretti” perché alcuni giocatori è anche normale che rifiatassero. Alex Sandro rientrato dal covid le ha giocate tutte, Danilo avrebbe bisogno di tirare il fiato e gioca. Di McKennie ho detto. Kulusevski ha sostituito sempre Morata nelle ultime uscite e anche lui ha ruotato, ecc.

Insomma, non tutta sta grande differenza, per come l’avevano dipinta. Ma il racconto ci dirà “Napoli STOICO” (cit. Caressa) ecc ecc. Bah, sarò strano io…

 

Particolarità: si scontravano le squadre che avevano giocato di più in questo 2021, avendo fatto entrambe Supercoppa e semifinali di Coppa Italia. Solo che la Juve ha avuto avversari più tosti e ultimamente tutti in successione.

 

Il primo tempo è stato da 0-0. Alla pari. Nessuna delle due ha prevalso, anche se inizialmente con un paio di ripartenze avevamo dimostrato di potergli fare male, ma Bernardeschi illuminava già la sua serata mandando a Mergellina un tiro che Ronaldo gli lasciava calciare comodissimo, da posizione e postura perfetta. Niente: Mergellina. Ad ogni modo non so dire se abbiamo un po’ sottovalutato il Napoli, non approcciando benissimo, o se, come mi sembra, riscontrassimo difficoltà ad impostare da dietro senza trovare l’uomo libero a centrocampo (o senza che il centrocampista si facesse vedere). In pratica facevamo un giro palla sterile perché mancava l’Arthur della situazione che viene, prende palla, SI GIRA IN AVANTI, e gioca a calcio. Al Napoli però stava bene così, credo che loro avrebbero firmato anche per il pareggio. Ne è uscito quindi un primo tempo scialbo. “Regalato”? Mah, sì, forse, ma quanti primi tempi “scialbi” abbiamo visto da tutte le squadre, e anche contro squadre piccole, che si chiudono, ecc? Semplicemente è stato un primo tempo da 0-0 sputato.

Con la differenza che l’abbiamo chiuso in svantaggio!

Per un rigore assurdo! Da una palla nemmeno giocata su azione, un cross da una punizione dalla trequarti… Bah! Il VAR vede la sbracciata di Chiellini (che c'era, ma ingenua, tipica del difensore che "sente" il contatto con l'avversario sul petto e trova... la faccia! Talvolta nemmeno li fischiano, ed è paradossale visto che forse, senza quell'ingenuità, sarebbe stato tra i migliori in campo, perchè non ha fatto passare uno spiffero e ha esso anche un paio di toppe a due vuoti di De Ligt), ma successivamente l'arbitro si perde clamorosamente il secondo giallo a Di Lorenzo.

Sotto 1-0.

 

Il 2°T lo giochiamo ad una porta! Il 2°T è un monologo, sin dal primo minuto, con Chiellini e De Ligt piazzati a centrocampo, e facendo via via varie sostituzioni sempre più in chiave offensiva. McKennie entra per Bentancur, entra Kulusevski (con Chiesa, Ronaldo, Morata, tutti insieme… e lo stesso Weston), fuori Bernardeschi (che, mi spiace, meriterebbe un capitolo a parte, perché non si può giocare sempre in 10)… ma la palla che non vuole saperne di entrare! Collezioniamo occasioni sin dal primo minuto! Niente! Szczesny senza parate (ma ha sulla coscienza un passaggio sbagliato, non il solo in verità, a fine 1°t, che costringerà Cuadrado ad un recupero disperato che lo farà infortunare... e speriamo non sia niente di grave ,Tek), e Meret che fa i mezzi miracoli! Niente! Delle varie occasioni create 4 saranno addirittura tiri dall’area piccola!!! 4 tiri dall’area piccola! Niente! Ci prova Ronaldo più volte, di sinistro, provando a girare sottoporta… nulla. Ci prova Morata con uno squillo in una partita ancora faticosa (si vede che deve ritrovare smalto): niente! Chiesa: niente! Mischie, palle in mezzo… niente!

Meret diventa il migliore in campo!

E noi perdiamo una partita che a detta di molti abbiamo giocato male… ma che se gli altri vincono allora, dovrebbero aver giocato meglio eh, scusate! Invece no: primo tempo pari, secondo tempo a senso unico.

 

Leggendo qua e là pensavo di averla vista solo io così, può darsi. Poi sento Gattuso che dice: “Abbiamo sofferto tanto. "Sicuramente la Juventus meritava di più".

Così come sento Pirlo (che in questi mesi non ha lesinato critiche alla squadra quando giocava male, talvolta anche quando giocava bene) dire: “Abbiamo perso senza subire un tiro in porta. Nel 2°t abbiamo creato tante occasioni, ma è mancato il gol. Il rigore? Ci condanna un episodio dubbio, che se fosse stato fischiato a nostro favore avrebbe scatenato polemiche. C'era anche il secondo giallo a Di Lorenzo nel 1°t. Capita che molti episodi possano essere giudicati in modo diverso contro la Juve, visto che siamo sempre sulla bocca di tutti. Ad ogni modo la prestazione c'è stata, ora dobbiamo guardare avanti”.

Al di là della considerazione sugli episodi arbitrali (però non facciamo nemmeno gli snob… ci sarà una differenza tra ricordarsi un episodio per 30 anni e dire per 3 ore nel post gara che il Napoli doveva rimanere in 10 dal 1°t…), sui quali si potrebbe aprire il capitolo della gestione dei cartellini di Doveri, lo stesso di Juve-Atalanta, lo stesso che non espulse De Roon per il fallo su Cuadrado, lo stesso che non fischiò il sandwich Romero-Toloi su Arthur, che stiamo ancora pagando, e che stasera ammonisce pure Rabiot per un non-fallo… dicevo, al di là di queste considerazioni che possono piacere o meno… il resoconto dei due allenatori non fa una grinza! Partita che non perdi nemmeno se la rigiochi 20 volte!

Ma forse c'è chi pensa che giocando ogni 3gg un filotto contro Inter, Roma, Inter, Napoli, Porto, si debba pure dominare 90 minuti invece di 45 (dopo una prima frazione da 0-0). Beh, sarebbe bellissimo, lo so. Ma allora potremmo anche non seguire le partite, perché saremmo sicuri di dominare (e conseguentemente vincere) sempre!

 

Detto ciò… neanche quando si vince si è perfetti, figuriamoci quando si perde. E allora va detto chiaramente che c'è ancora chi fa il compitino a centrocampo. Ditemi quello che volete, ma se dobbiamo accontentarci di questo tipo di “partite buone” di Rabiot, cioè partite da sufficienza, senza mai un passaggio illuminante, una passaggio agli attaccanti, una presenza davvero dominante, un tiro… significa che accettiamo con troppa facilità una certa mediocrità. Mentre Bentancur lo conosciamo, sappiamo che rende al meglio ormai con Arthur, e che è spesso altalenante.

Solo che poi c’è chi invece non fa nemmeno il compitino, e non lo fa da una vita! Perché è davvero insopportabile, ormai, sapere che giochi con uno in meno, con uno "sbocco" in meno. Vedere quei tiri che non beccano mai la porta, e quasi sempre calciati col corpo all’indietro per tirare a giro... vedere quei contropiedi, o anche quelle azioni, che quando arrivano in determinati piedi sulla trequarti avversaria (o sull’esterno sinistro), di colpo cessano perché i pedi si girano e fanno dietrofront, restituendo palla in difesa... aaargh!

In tal senso speriamo di ritrovare al più presto Arthur (ma ancora ce ne vorrà, sigh) e che McKennie ritrovi i 90 minuti.

 

Che assurdità! Che assurdità!

 

Una mano ci arriva da La Spezia, dove il Milan non vola a +10, e questo è importantissimo (anche se tocca sperare pure in qualcun altro, coi prescritti che però sentono l’odore del sangue). Ma insomma… erano 3 punti che avremmo meritato e che non prendiamo per demeriti nostri (e meriti di Meret), sebbene accompagnati da un’ evidente casualità episodica.

Le attenuanti sono quelle citate ad inizio post, ovvero il filotto di big-match, il tour de force, ecc. Ma la verità è che purtroppo queste partite possono capitare, specie negli scontri diretti (al Napoli capitò contro l’inter… cioè, a loro “regalarono” 3 punti giocando nettamente meglio, a noi li prendono giocando nettamente peggio… spostate questi 6 punti in classifica e… vabbè!). La verità è che si sentono i punti persi ad inizio campionato, quando non dovevamo perderli (in teoria, ma eravamo in rodaggio, ecc). Punti di cui siamo sempre e costantemente alla rincorsa. Ma è questa la differenza: a chi insegue basta un passo falso e la classifica si complica. Anche se hai vinto tutte le partite del 2021, tranne una. Ora tranne due.

 

Sbolliamo la rabbia, riordiniamo le idee, e pensiamo al Porto.

Ottima disanima , stamani visti i post temevo di aver visto un'altra partita . 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 ore fa, The Italian Giants ha scritto:

In fin dei conti il Napoli non ha fatto niente di meno di quello che abbiamo fatto noi con l'Inter in Coppa Italia: ha trovato l'episodio e poi si è solo difeso. Una volta va bene a te, un'altra volta sei ripagato con la stessa moneta. Poi avoglia a dire di aver fatto la partita, le occasioni, risultato bugiardo ecc ecc.

Paragone totalmente fuori luogo.

A me sembra che con l'Inter abbiamo preso 0 tiri quando loro dovevano vincere almeno 2-0 e abbiamo creato almeno 3 palle gol nettissime, e ieri abbiamo preso un tiro su un rigore (da fessi totali) e creato almeno 3 palle gol nettissime, contro una squadra che ha giocato in 11 dietro la linea del pallone e ha pensato solo a perdere tempo e difendersi.

Situazioni totalmente diverse, altro che ha fatto come noi. 

 

Noi con l'Inter abbiamo fatto una partita badando a contenere le loro armi forti (Lukaku e le ripartenze nello spazio) sfruttando i punti deboli (i buchi difensivi che lasciano).

Il Napoli con noi ha fatto catenaccio rinunciando a giocare e basta.

 

Poi, chiaramente, se non concretizziamo la colpa è nostra e quel non-gioco glielo abbiamo permesso noi, non segnando.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Non c'è fretta ha scritto:

Sia con Allegri, Sarri e ora  con Pirlo giochiano con i retropassaggi verso il portiere qualcosa mi dice che non è totalmente colpa dell'allenatore ma di chi comanda lo spogliatoio .

Soprattutto di chi davanti non riesce a tenere mezza palla rinviata lunga dalla difesa.

Serve anche quello in una squadra.

Ieri, per esempio, Osimeh, che non vale un caxxo, comunque più volte riusciva a farsi fare fallo o fare salire la squadra tenendo queste palle con le spalle alla porta.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 Credete che Suarez si sarebbe messo a fare pressing e a dare una mano ai centrocampisti come fa Morata? No, Suarez sarebbe rimasto lì davanti a farsi i cavoli suoi (un po' come fa Ronaldo). 

Con Rabiot, Bentancur e Bernardeschi insieme costringiamo uno degli attaccanti (Morata) a sacrificarsi spendendo energie per coprire le loro mancanze. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, SuperT ha scritto:

Alcuni si.. Come alcuni dell’Inter. Ma più che altro loro hanno le riserve, cosa che a noi mancano.

La rosa della Juve è superiore a quella di Inter e Milan e di tutte le altre squadre italiane e anche di molte delle squadre europee che giocano in Champions. Che poi Pirlo, soprattutto per inesperienza, non riesca a sfruttarla appieno per quelle che sono le sue idee tattiche è altra cosa. Poi questa stagione è particolare e anche lui non è riuscito ad avere tutti i giocatori a disposizione soprattutto in alcune partite ( vedi ad ex Inter a Milano) Sicuramente la rosa è perfettibile ma a parità di disponibili e al netto di "cappellate" non ce ne sarebbe per nessuno. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Josef K. ha scritto:

E basta dare addosso a rabiot. Ormai sta giocando almeno sufficientemente, non è certo lui il problema della Juve. Anzi, se venisse messo in campo bene, da mezzala SINISTRA, forse potremmo rivederlo fare le stesse prestazioni della scorsa estate. Il francese è potenzialmente il più completo centrocampista che abbiamo, basta solo dargli un ruolo fisso. Il problema è la mancanza di Arthur, che è l'unico che sa far girare la palla e manda a ramengo il pressing avversario. Il suo ruolo è fondamentale, e purtroppo non abbiamo sostituti.

ahah abbiamo trovato qualcuno che difende il francese, fantastico.

 

praticamente l'unico momento in cui ha giocato bene è stato quando con 35 gradi tutti hanno smesso di correre come lui fa abitualmente...non è che è Rabiot il problema della Juve, ma UNO dei problemi...un calciatore che per 7 milioni l'anno gioca un terzo delle partite dignitosamente, l'altro in maniera mediocre e l'ultimo terzo vergognosamente in ciabatte perchè non ha voglia per me è da mandare lontano da Torino, punto.

 

E' molle, senza carattere...appena il livello si alza scompare puntualmente dal campo. 

 

E non accampiamo le scuse del ruolo, che mica dobbiamo metterlo dove preferisce giusto per vederlo prendere la sufficienza, eh...

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, dudomax ha scritto:

La rosa della Juve è superiore a quella di Inter e Milan e di tutte le altre squadre italiane e anche di molte delle squadre europee che giocano in Champions. Che poi Pirlo, soprattutto per inesperienza, non riesca a sfruttarla appieno per quelle che sono le sue idee tattiche è altra cosa. Poi questa stagione è particolare e anche lui non è riuscito ad avere tutti i giocatori a disposizione soprattutto in alcune partite ( vedi ad ex Inter a Milano) Sicuramente la rosa è perfettibile ma a parità di disponibili e al netto di "cappellate" non ce ne sarebbe per nessuno. 

Non sono così convinto. Rosa forte in difesa, buona in attacco con Dybala al top ma incompleta sia  in attacco che a centrocampo. 
Oltre a mancarci un terzino.. 

Io non dico che La Rosa è scarsa, anzi, ma è proprio incompleta. Ieri, come contro Crotone e Benevento, con un Caicedo l’avresti pareggiata/vinta. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, GobboNelMidollo ha scritto:

A quel punto che fai?

a quel punto, per me, cambi. Almeno, questo dice la nostra storia. Ricominciare da capo... ma ricominciare da capo cosa? Siamo sinceri. Se vedi qualcosa nascere puoi anche pensare di proseguire, ma tutte le volte che alla Juve è nato qualcosa con qualche allenatore, almeno  coi migliori allenatori della sua storia, questo qualcosa è nato subito il primo anno, dopo qualche mese, e lo vedi chiaramente, non puoi sbagliarti e alla fine la Juve ha vinto, e non la coppa Italia. Con Lippi, con Allegri, col Trap. Vediamo da qui alla fine , tanto ormai si andrà in fondo con Pirlo però ipotizzando i risultati di cui si parlava, cambierei assolutamente. Vincere o perdere con l’Atalanta a Maggio non fa differenza nella scelta.

Share this post


Link to post
Share on other sites
8 ore fa, Argento ha scritto:

Kulusevski si deve dare una svegliata..

 

Oggi non aveva compiti difensivi o di marcatura.. mi aspettavo che entrasse per "spaccare" la partita.. che fosse una spina nel fianco.. che mettesse veramente in difficoltà gli avversari...

 

E invece, tranne un paio di giocate, è stato parecchio impalpabile... Si è mostrato più pimpante Chiesa che era dentro dal primo minuto..

 

Onestamente non ho ancora capito che tipo di giocatore sia e cosa aspettarsi da lui..

 

Ma se in 20 minuti ha creato più lui che Bernardeschi in tutta la vita? 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adesso, dany-aq ha scritto:

Ma se in 20 minuti ha creato più lui che Bernardeschi in tutta la vita? 

Cosa ha creato kulusevsky?

io ricordo solo stop sbagliati in serie.

onestamente questo comincia a sembrarmi un brocco

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, 77luca ha scritto:

a quel punto, per me, cambi. Almeno, questo dice la nostra storia. Ricominciare da capo... ma ricominciare da capo cosa? Siamo sinceri. Se vedi qualcosa nascere puoi anche pensare di proseguire, ma tutte le volte che alla Juve è nato qualcosa con qualche allenatore, almeno  coi migliori allenatori della sua storia, questo qualcosa è nato subito il primo anno, dopo qualche mese, e lo vedi chiaramente, non puoi sbagliarti e alla fine la Juve ha vinto, e non la coppa Italia. Con Lippi, con Allegri, col Trap. Vediamo da qui alla fine , tanto ormai si andrà in fondo con Pirlo però ipotizzando i risultati di cui si parlava, cambierei assolutamente. Vincere o perdere con l’Atalanta a Maggio non fa differenza nella scelta.

non sono d'accordo. La scelta l'hai fatta lo scorso anno quando hai allontanato - anche con buoni motivi, eh - un allenatore vincente per prendere uno inesperto, adesso è giusto portarla fino in fondo specialmente se Pirlo alla fine della fiera avrà aggiunto due titoli alla bacheca.

 

La Juve che cambia 4 allenatori in quattro anni mi farebbe rabbrividire peggio che avere un altro anno Pirlo in panchina. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, SuperT ha scritto:

Non sono così convinto. Rosa forte in difesa, buona in attacco con Dybala al top ma incompleta sia  in attacco che a centrocampo. 
Oltre a mancarci un terzino.. 

Io non dico che La Rosa è scarsa, anzi, ma è proprio incompleta. Ieri, come contro Crotone e Benevento, con un Caicedo l’avresti pareggiata/vinta. 

Ribadisco che che sia incompleta e perfettibile, ma che sia, complessivamente, inferiore a quelle di Inter e Milan, assolutamente no. Con Crotone, Benevento e anche Lazio avremmo vinto se Pirlo avesse avuto quella esperienza nella gestione della gara, che ancora non ha e non certo per mancanza di alternative.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, 77luca ha scritto:

a quel punto, per me, cambi. Almeno, questo dice la nostra storia. Ricominciare da capo... ma ricominciare da capo cosa? Siamo sinceri. Se vedi qualcosa nascere puoi anche pensare di proseguire, ma tutte le volte che alla Juve è nato qualcosa con qualche allenatore, almeno  coi migliori allenatori della sua storia, questo qualcosa è nato subito il primo anno, dopo qualche mese, e lo vedi chiaramente, non puoi sbagliarti e alla fine la Juve ha vinto, e non la coppa Italia. Con Lippi, con Allegri, col Trap. Vediamo da qui alla fine , tanto ormai si andrà in fondo con Pirlo però ipotizzando i risultati di cui si parlava, cambierei assolutamente. Vincere o perdere con l’Atalanta a Maggio non fa differenza nella scelta.

Non si migliora, si è peggiorati.

l’aspetto che più mi deprime è che nella juve non c’è la minima meritocrazia. 
chi sbaglia scelte rimane, chi fa errori viene premiato.

un dirigente serio avrebbe già in mano il sostituto di pirlo, la juve ho paura continuerebbe con lui anche in caso di quinto posto

1 minuto fa, GobboNelMidollo ha scritto:

non sono d'accordo. La scelta l'hai fatta lo scorso anno quando hai allontanato - anche con buoni motivi, eh - un allenatore vincente per prendere uno inesperto, adesso è giusto portarla fino in fondo specialmente se Pirlo alla fine della fiera avrà aggiunto due titoli alla bacheca.

 

La Juve che cambia 4 allenatori in quattro anni mi farebbe rabbrividire peggio che avere un altro anno Pirlo in panchina. 

Non sono 4 allenatori in 4 anni, sono 3.

pirlo NON è un allenatore.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Altair ha scritto:

Ma ancora pensate allo scudetto?🤣 siamo ridicoli e parlate di scudetto. Siate realisti e pensiamo al quarto posto. Questi sono i risultati di prendere un non allenatore cacciando sarri che di gavetta ne ha fatta. Ma tranquilli ora abbiamo pirlo che fa giocare bernardeschi e chiellini in un big match

ti dirò, per me non è stato un errore cacciare allegri, e penso la stessa cosa di sarri...

ciò che però non potevo mai immaginare è che i nostri prodi dirigenti riuscissero nell'impresa di prendere qualcuno sempre peggiore!

adesso però mi chiedo anche se sia possibile prendere qualcuno peggiore di pirlo?! al punto che  m'intriga parecchio sapere chi hanno in testa di prendere per il dopo pirlo, dato che qualche idea sarà cominciata a balenare nella testa di AA, paratici e nedved...

sono serio bro, penso che per superare pirlo a livello di incompetenza , possiamo solo prendere lino banfi nelle vesti del simpaticissimo oronzo canà, con la sua storica bizona messa in atto dal suo  555 🤣

comunque, col senno di poi, mi sarei stato zitto 2 anni fa! non ho nessun problema ad ammettere che era meglio ci tenessimo allegri , piuttosto di finire nelle mani del capo popolo antijuventino sarri e poi in quelle ancora peggiori del neofita pirlo....

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.