Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

giorgiop

Utenti
  • Content count

    7,261
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

giorgiop last won the day on October 13 2016

giorgiop had the most liked content!

Community Reputation

2,973 Guru

About giorgiop

  • Rank
    Capitano

Informazioni

  • Squadra
    Chievo
  • Sesso
    Uomo
  • Biglietti
    Nessuno
  • Interessi
    Letterari avendo scritto e pubblicato il libro Dizionario - Glossario del Gioco del Calcio, 2a edizione 2016, il primo e finora l'unico del genere con oltre 3.200 voci del linguaggio tecnico-tattico e del gergo calcistico, entrato a far parte della nostra letteratura sportiva.
    A titolo informativo vorrei aggiungere i gol per categoria e per competizione che ho finora registrato, oltre 17.000:
    - gol evitabili segnati senza applicazione pfa - posizione frontale attiva: 1980-2000;
    - gol evitabili segnati senza applicazione pfa - posizione frontale attiva: 1985/2014;
    - gol evitabili segnati senza applicazione cva - controllo visivo attivo: 1980-2000;
    - gol evitabili segnati senza applicazione cva - controllo visivo attivo: 1988/2014;
    - gol imparabili/inevitabili: 2004/2014;
    - gol segnati con mobilità e sorpresa: 1998/2014;
    - gol segnati di testa previa rincorsa: 1998/2014;
    - gol evitati con applicazione pfa - posizione frontale attiva:1998/2014;
    - gol segnati a causa della pfp - posizione frontale passiva: 1998/2014;
    - gol segnati con finta – tiro fintato – dribbling: 1998-2014;
    - gol segnati con opposizione fisica laterale e non frontale del difensore nell’uno contro uno con l’attaccante: 2009 al 2014;
    - gol segnati nelle sintesi serie a-b-campionati esteri: 1984/1990 – 2000/2014;
    - gol mondiali Germania 2006;
    - gol Euro 2008;
    - gol Confederation Cup Sud Africa 2009;
    - gol mondiali Sud Africa 2010;
    - gol Euro 2012;
    - gol Confederation Cup Brasile 2013;
    - gol mondiali Brasile 2014.

Contatti

  • Sito web
    http://www.calcioegoal.it

Recent Profile Visitors

22,015 profile views
  1. Io non sono fra questi, né sono uno scienziato del calcio, sono un grande anche se piccolo; guarda che non esiste la zona mista, solo sulla carta e a scopo didattico, non è mai decollata perché o si marca a uomo subendo SOLO gol imparabili/inevitabili o si sta a zona subendo anche TANTI gol evitabili più degli imparabili/inevitabili; quanto ad Allegri ricorda che anche lui ha sempre praticato la zona in difesa, in area con le sue squadra, ultime Milan e Juventus, subendo gol evitabili, anche lui è un idealista arroccato fideisticamente al proprio credo per partito preso; vedremo quando riprenderà ad allenare se sarà lo stesso di prima come sistema di gioco adottato, o se è cambiato rinnegando il troppo tatticismo e indirettamente lo stessa “zona” come ha dichiarato in una intervista dello scorso anno riferendosi al suo allenatore del Cagliari Bruno Giorgio, da prendere come esempio per giocare la fase difensiva non più a “zona” ma a “uomo” in maniera moderna; sarebbe un cambio di svolta che farebbe tendenza, avrebbe sicuramente un seguito di colleghi, pronto ad abiurare quanto praticato finora in fase di gioco difensivo, staremo a vedere. PS – Vedi Chiellini marcatore a uomo per eccellenza primo in Italia e tra i primi in Europa, quando passa a giocare in difesa, da “uomo” a “zona”, per uniformarsi ai compagni di reparto, è un disastro, commette errori madornali, come sui due gol evitabilissimi di Ronaldo a Cardiff, lasciato solo e libero alle sue spalle come ben hai rilevato anche tu, incredibile.
  2. Mi spieghi che movimenti ha fatto Ronaldo?? sul primo goal viene da fuori area e noi abbiamo 4 difensori in porta, sul secondo siamo tutti impalati e lui tagli asul primo palo solo come un cane.... Grande Sugo de Nana, in altre parole questa tua frase concetto significa, mancanza di controllo visivo attivo nella marcatura A UOMO moderna, elastica; sai cosa prevede la zone con i suoi principi tattici base? 1) posizione in linea della difesa, 2) tattica del fuorigioco, 3) attacco esclusivo alla palla per l'intercetto, 4) copertura, chiusura, interdizione dei corridoi di transito della palla passaggi ultimi tra avversari, 5) palla coperta - scoperta, 6) e così via; degli attaccanti avversari ai difensori non interessa niente, è come se non ci fossero, Ronaldo compreso che più di altri è capace di buttarla dentro come andare a nozze in carrozza; BISOGNA MARCARE A UOMO COME PROPOSTO, PUNTO; ne vuoi una prova, basta vedere gli oltre 500 gol della specie che ho pubblicato nel mio topic citato in queste 3 mesi di restiamo a casa. ps - il Real Madrid era battibile dalla Juventus a Cardiff.
  3. Grande per quanto hai esternato nelle prime due frasi, si vede che mi leggi intervenendo anche nel mio topic aperto alla Sez. Serie A e campionati esteri; rispecchia la mia analisi riportata a commento dei gol pubblicati nel video da me postato sopra relativi al 4 a 1 di Cardiff; Ronaldo libero in area equivale a gol evitabilissimo segnato; sul "non c'eravamo con la testa" non sono d'accordo, per me non ha fondamento, c'eravamo eccome anche con la testa solo che se prendi gol da ingenui come fosse un gioco da ragazzi ti demoralizzi subito perdendo concentrazione e morale; TUTTA COLPA DELLA ZONA IN DIFESA, IN AREA.
  4. Gol segnati mettendo in evidenza qualità, doti, abilità tecniche specifiche soprattutto nel dominio e nel controllo della palla, elementi non comuni ad ogni giocatore ma che, in aggiunta ad un talento naturale, possono essere acquisiti con esercitazioni ed allenamenti sul campo sia come crescita individuale sia soprattutto allo scopo di facilitare il compito degli attaccanti nell’andare a rete con maggiori probabilità di riuscita, ricorrendo al DRIBBLING, alle FINTE, al TIRO FINTATO. DVD1-6DFT FIORENTINA – CAGLIARI DRIBBLING – CAMPIONATO ITALIANO 2008/9 TRIESTINA – TREVISO DRIBBLING – CAMPIONATO ITALIANO 2008/9 LAZIO – CHIEVO DRIBBLING – CAMPIONATO ITALIANO 2008/9 CAGLIARI – INTER TIRO FINTATO – CAMPIONATO ITALIANO 2008/9 PALERMO – SAMPDORIA TIRO FINTATO – CAMPIONATO ITALIANO 2008/9 NAPOLI – LIVORNO TIRO FINTATO – CAMPIONATO ITALIANO 2009/10 CITTADELLA – PIACENZA FINTA – CAMPIONATO ITALIANO 2009/10 GENOA – JUVENTUS DRIBBLING – CAMPIONATO ITALIANO 2010/1 CAGLIARI – LECCE DRIBBLING – CAMPIONATO ITALIANO 2010/1 CAGLIARI – UDINESE DRIBBLING – CAMPIONATO ITALIANO 2010/1
  5. Juventus vs Real M. 1 4 Gol di Ronaldo evitabile, colpa netta di Chiellini che ora parla di momento sbagliato ed “eravamo a pezzi”, che lo lascia solo senza marcatura a uomo a ricevere l’assist a rimorchio al centro; Gol di Casemiro evitabile, errore di Khedira che si è girato sulla conclusione a rete dalla distanza; Gol di Ronaldo evitabile, stesso errore commesso da Chiellini fermo, immobile a fare la bella statuina per attaccare la palla, il suo corridoio di transito, lasciando alle spalle l’attaccante libero di segnare la doppietta; non lo ha marcato a uomo in entrami i gol, causando di fatto la mancata vittoria della finale contro il Real M. battibile a mio avviso, non cerchi scuse di altro genere; Gol di Asensio evitabilissimo, liberissimo davanti alla porta di ricevere il passaggio al centro per buttarla dentro come fosse un gioco da ragazzi, altro che preparazione scadente addotta come giustificazione della sconfitta.
  6. La spiegazione del perché la Juventus ha perso le due finali di CL contro Barcellona e Real Madrid, cui aggiungo anche l'eliminazione agli ottavi contro il Bayern Monaco in trasferta, è una sola, unica, quella imputabile ai GOL EVITABILI subiti a causa della zona in difesa, in area lasciando gli attaccanti avversari liberi di segnare come fosse un gioco da ragazzi; tutte le altre congetture sono marginali, non fanno testo, nel calcio contano i gol se poi sono evitabili, ancor di più.
  7. Real Madrid e Barcellona nelle due finali di CL erano battibili dalla Juventus; lo sostengo perché ho visto bene i gol subiti ma soprattutto individuato le cause tecnico tattiche da cui sono derivati; quali? Postate i due video e ne parliamo in dettaglio.
  8. Chiellini non nel momento sbagliato, le finali di CL sotto Allegri la Juventus le ha perse a causa del gol evitabili subiti giocando a zona in difesa, in area, lasciando gli attaccanti liberi come sul gol di C.Ronaldo con palla a rimorchio, che dovevi marcare a uomo e invece no, sei rimasto fermo a fare la bella statuina una volta tanto.
  9. GOL SEGNATI PER DRIBBLING, FINTA, TIRO FINTATO DVD1-5DFT Gol segnati mettendo in evidenza qualità, doti, abilità tecniche specifiche soprattutto nel dominio e nel controllo della palla, elementi non comuni ad ogni giocatore ma che, in aggiunta ad un talento naturale, possono essere acquisiti con esercitazioni ed allenamenti sul campo sia come crescita individuale sia soprattutto allo scopo di facilitare il compito degli attaccanti nell’andare a rete con maggiori probabilità di riuscita, ricorrendo al DRIBBLING, alle FINTE, al TIRO FINTATO. DVD1-5DFT CAGLIARI – FIORENTINA DRIBBLING – CAMPIONATO ITALIANO 2006/7 ROMA – PARMA FINTA - CAMPIONATO ITALIANO 2006/7 RIMINI – TRIESTINA DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2006/7 PARMA – TORINO DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2006/7 MILAN – VERONA DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2006/7 JUVENTUS – PIACENZA TIRO FINTATO - CAMPIONATO ITALIANO 2006/7 TORINO – CATANIA DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2006/7 INTER – PARMA DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2006/7 LECCE – JUVENTUS DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2006/7 GENOA – VERONA DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2006/7 PARMA – EMPOLI TIRO FINTATO - CAMPIONATO ITALIANO 2006/7 MANTOVA – GENOA DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2006/7 MILAN – PARMA DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2006/7
  10. Gol segnati mettendo in evidenza qualità, doti, abilità tecniche specifiche soprattutto nel dominio e nel controllo della palla, elementi non comuni ad ogni giocatore ma che, in aggiunta ad un talento naturale, possono essere acquisiti con esercitazioni ed allenamenti sul campo sia come crescita individuale sia soprattutto allo scopo di facilitare il compito degli attaccanti nell’andare a rete con maggiori probabilità di riuscita, ricorrendo al DRIBBLING, alle FINTE, al TIRO FINTATO. DVD1-4DFT LECCE – PARMA DRIBBLING – CAMPIONATO ITALIANO 2005/6 EMPOLI – LAZIO DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2005/6 EMPOLI – LAZIO TIRO FINTATO - CAMPIONATO ITALIANO 2005/6 CAGLIARI – PALERMO DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2005/6 PALERMO – ROMA FINTA - CAMPIONATO ITALIANO 2005/6 ASCOLI – LAZIO DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2005/6 PARMA – MILAN FINTA - CAMPIONATO ITALIANO 2005/6 PALERMO – CATANIA DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2005/6 REGGINA – MESSINA DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2005/6 LAZIO – UDINESE DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2005/6 CATANIA – LIVORNO DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2005/6 ROMA – CATANIA DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2005/6 LAZIO – ASCOLI DRIBBLING - CAMPIONATO ITALIANO 2005/6
  11. Sarri e Allegri vanno sostituiti, il secondo lo è già stato, il primo non passerà molto perché ciò avvenga; motivo, entrambi giocano praticando il sistema "zona" con i suoi dettami tattici ciò che ha impedito finora alla Juventus di vincere la Champions League, anche altri trofei come la Supercoppa; non ultimo esprimendo un gioco che poteva e doveva essere migliore visto i campioni che giocano nella Juventus.
  12. Sarri tiki taka, Allegri segno e mi difendo per vincere ma non sempre, di fatto entrambi succubi e penalizzati dai gol evitabili subiti allenando la Juventus a causa della zona in difesa, in area.
  13. Tutti i calciatori della storia dei mondiali li conosco dalle video cassette che possiedo da oltre 30 anni, comperate in aggiunta ai giornali sportivi che le pubblicavano e vendevano in uno con il quotidiano a prezzo maggiorato naturalmente; i primi che ho cominciato a vedere in diretta alla televisione sono stati quelli della finale Brasile vs Svezia 5 2 del 1958, con il grande exploit di Pelè allora giovanissimo, in gol sul 2 1; poi via via gli altri protagonisti più in vista fino ai giorni nostri, oltre ai giocatori del nostro campionato di Serie A e B, in parte anche esteri, i cui GOL EVITABILI li ho pubblicati in gran numero in questo mio topic se hai potuto guardarli; in attesa di completare a breve la rassegna con i gol imparabili/inevitabili, una montagna enorme di gol che credo sia mai stata tenuta, elaborata e proposta da nessun altro addetto ai lavori in questi termini; vengo al punto per dirti subito che con l’introduzione della zona in difesa in area, come sistema di gioco basato sui dettami tattici ben noti ed inaffidabili, tutto è cambiato, sovvertito, in peggio secondo me, facendo nascere, dando il via ad una nuova, inedita categoria di gol EVITABILI per l’appunto, segnati facilmente dagli attaccanti avversari, grazie ai favori tattici loro concessi dai difensori, piccoli, grandi o grossi che siano, lasciandoli liberi con tempo e spazio a disposizione in misura più che abbondante per andare a rete come fosse un gioco da ragazzi, ovvero perché non marcati a uomo; contava e anche adesso vige una serie di principi tattici propri della zona che si chiamano linea, fuorigioco, attacco alla palla per l’intercetto, copertura delle linee, corridoi, di passaggio, di transito della palla tra avversari, palla coperta - scoperta ecc., “senza curar di loro” come diceva il Sommo Poeta ovvero degli attaccanti, “ma guarda e passa” lasciandoli fare, andare indisturbati, liberi; a tal proposito t’invito a vedere con attenzione gli oltre 500 gol evitabili da me sopra postati in questi 3 mesi di pandemia, causati da mancanza di marcatura a uomo moderna, elastica, innovata ed aggiornata dal Controllo Visivo Attivo (CVA), per effetto dell’applicazione della zona con i suoi rischiosi e per me assurdi dispositivi tattici richiamati, messi in atto per fermare l’avversario SOLO VIRTUALMENTE; cito Franco Baresi, uno per tutti, nato e formatosi calcisticamente giocando a “uomo”, per rappresentare il prototipo del difensore che, abiurando il suo credo di gioco iniziale, si è lasciato convincere a cambiare sistema di gioco passando a quello che gli è stato propinato da chi ha dato il via, ha contribuito all’avvento della zona; secondo me rimanendo penalizzato, anche declassato rispetto al difensore o libero che avrebbe potuto essere se avesse continuato a giocare nel suo ruolo originario come marcatore a uomo; invece praticando la zona in difesa, in area, si è reso responsabile, lui come pure tutti gli altri difensori da te menzionati e più in generale tutti i difensori zonisti, di gol evitabili fatti subire alle loro squadre, la sua il Milan, senza soluzione di continuità. Andrea quanto al discorso della “zona mista” mi sono già espresso altre volte, è un sistema di gioco che non è mai decollato, né ha preso piede, è rimasto solo sulla carta a livello didattico nei corsi per allenatori ma non ha mai trovato applicazione in pratica, perché il concetto è questo a tal proposito, ovvero o si marca a “uomo” o si difende a “zona”, l’un sistema esclude l’altro, non si sovrappongono neanche in modo parziale; vedi Trapattoni, anche lui difensore a uomo della vecchia guardia, si è lasciato invischiare, sedurre, abbindolare dai dettami della zona, per essere e stare alla “moda” con i colleghi moderni, subendo di conseguenza anche lui, con le sue squadre, tanti gol evitabili che poteva e doveva prevenire, eludere semplicemente se non si fosse compromesso condividendo la zona in difesa, in area, peraltro sempre riuscitagli male sul piano applicativo; men che meno è pensabile il tuo accostamento della “zona mista” con la marcatura a uomo moderna, elastica, innovata ed evoluta dal controllo visivo attivo, da me proposta, che è tutt’altra cosa sotto l’aspetto tattico e tecnico, come ben sai avendomi letto con una certa frequenza; quanto al PS soddisfo la tua curiosità in effetti avendo visto giocare i campioni brasiliani che hai richiamato tra i quali, ero molto giovane anch’io, mi ha sempre impressionato Garrincha che con il suo dribbling stretto di fascia, scattando nel breve tratto riusciva sempre a superare il terzino per poi crossare al centro, per la testa di Pelè e compagni pronti a buttarla dentro, immancabilmente; un Messi, un Mancini, un Cuadrado mi hanno ricordato sempre Garrinchia, anche se il paragone con quest’ultimo è improponibile oggi visto quanto è cambiato il calcio soprattutto nella velocità di circolazione della palla e nella rapidità di corsa dei giocatori; precisato questo, per cercare di annullare attaccanti come quelli che hai citato, cosa che si può fare, occorre avere dei bravi difensori a disposizione, che siano in grado di fermare in dribbling il diretto avversario, avere delle qualità tecniche e di intelligenza nei movimenti, in quale postura stare, soprattutto essere allenati a non farsi saltare, cosa che i difensori di adesso, da quando esiste la zona NON RIESCONO A REALIZZARE, non essendo marcatori uomo, abituati come sono a rimanere fermi aspettando, presidiando, anche male, la propria zona di competenza; quanto al PPS termino precisandoti che in quegli anni passati, il metodo di gioco seguito era ancora quello del WM o MM con le variazioni di modulo che successivamente si sono via via alternate e raffigurate da sequenze numeriche sempre più diverse, originali e fantasiose. Ciao Andrea alla prossima.
  14. Allora sappi, per i gol fatti di grande pregio e fattura soprattutto in campionato ma anche in CL, oltre al resto già ribadito a proposito di quei due che alla Juventus farebbero vincere la coppa dalle larghe orecchie secondo me.
  15. Non è così, i loro gol anche speciali, imparabili/inevitabili, spero tu sappia quali siano e da cosa dipendono dal punto di vista tecnico tattico, fanno la differenza e tanta; per dire che li farebbero anche fuori dall'Atalanta, anche alla Juventus che alle volte fatica a trovare la via della rete facendo più di un gol.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.