Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

IchBinBereit

Utenti
  • Content count

    1,015
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

967 Eccellente

About IchBinBereit

  • Rank
    Maldoror is ded ded ded

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Roma

Recent Profile Visitors

8,724 profile views
  1. Barba, Cacciatore, Maietta e Pussetto.
  2. No pensionato no, mai! Io sono soltanto meno giovane di qualche anno fa nonchè più intelligente di tanti più giovani di me che mi circondano e anche tu non buttarti mai più giù.
  3. Tu sei del 60, io ti frego perchè sono del 58.Però ci sarò fra 25 anni.
  4. Dal 19 al 44 sono 25 anni in più, sommati ai tuoi 30 fanno 55 quindi ci sarai.
  5. Se hanno fortuna lo stadio lo faranno entro il 2044 in un altro posto, ma non a Tor di Valle.
  6. Atto "precompilato" per il sì a Tor di Valle. Inchieste a quota 5 (La Repubblica ed. Roma, 24 Aprile 2019)lorenzo d’albergo francesco salvatoreUna delibera preconfezionata e falsata dal mancato passaggio per la commissione Urbanistica. Il nuovo fascicolo aperto dalla procura sul progetto del nuovo stadio della Roma punta sull’Eur. E sugli atti votati nel corso di un’irrituale convocazione domenicale, dai consiglieri del municipio IX alla presenza di Marcello De Vito, ex presidente del consiglio comunale finito in carcere per corruzione.Altra indagine, altre accuse. Perché attorno all’impianto che la Roma vorrebbe realizzare a Tor di Valle continuano a fioccare le inchieste: due per abuso d’ufficio, quella per cui è indagata la sindaca Virginia Raggi e una sulle aree concesse ai privati, una per bancarotta sulla compravendita dei terreni di Tor di Valle, e due filoni per corruzione. Uno figlio dell’altro, hanno portato in carcere il costruttore Parnasi e pezzi grossi a 5 Stelle, oltre che politici di Fi e Pd.Insomma, non c’è pace per l’iter iniziato ormai sette anni. Ora a scuotere il Campidoglio sono le denunce di un ex attivista grillino, l’architetto Francesco Sanvitto: accusa la sindaca di non aver fatto passare in consiglio comunale il verbale della conferenza dei servizi sullo stadio, limitando sostanzialmente ai consiglieri di opposizione di dissentire.Ora, tornando all’Eur, c’è pure il caso della delibera domenicale. Un atto su cui, come ha ordinato il gip Costantino De Robbio, dovrà concentrarsi la procura. Il pm — che aveva deciso di archiviare l’esposto — aveva già sentito come testimone il direttore generale del Campidoglio, Franco Giampaoletti: aveva specificato che il passaggio del verbale in consiglio sarebbe stato fatto successivamente, salvo poi essere rinviato a causa dell’arresto di Luca Parnasi, titolare dei terreni di Tor di Valle.Come detto, il gip ha chiesto approfondimenti: adesso la procura dovrà sentire due ex grillini "dissidenti". Il presidente della commissione Urbanistica del IX Municipio, Paolo Mancuso, e il consigliere Paolo Barros. Il punto opaco, per chi ha presentato l’esposto quanto per il giudice, è la mancata acquisizione del parere della commissione Urbanistica. Troppo alto il pericolo di trovarsi a dover gestire un responso negativo. Tanto da far muovere la sindaca Raggi, De Vito e l’ex capogruppo Paolo Ferrara. Cene per convincere i consiglieri municipali che l’iter scelto dal Comune fosse quello giusto, la presenza nel sala del consiglio al Laurentino 38 per aiutare i 5S a gestire la rivolta delle opposizioni.Le osservazioni di Sanvitto, pronto al ricorso al Tar ma bersagliato dagli insulti dei sostenitori 5S sui social, non sembrano però scuotere il Comune. La linea politica della maggioranza pare ormai tracciata: su Tor di Valle si andrà avanti, anche a costo di votare in seconda convocazione. Traduzione: dopo la conta interna, se i malpancisti saranno troppi, i pentastellati diserteranno la prima seduta utile per votare gli atti sullo stadio. A quel punto scatterebbe la seconda convocazione: basteranno 16 sì, 9 in meno dei 25 necessari in prima battuta. Nel frattempo, nonostante la tempesta giudiziaria, va avanti la trattativa tra il Comune e la Roma sulla convenzione urbanistica. Trovato l’accordo sulle vecchie tribune dell’Ippodromo e la riunificazione di via Ostiense con via del Mare, resta serrata la negoziazione sul dossier trasporti: il Comune vuole che lo stadio apra soltanto una volta sistemata la Roma- Lido, i giallorossi temono i tempi lunghi degli appalti e dei ricorsi. Il confronto continua.
  7. Comunque una cosa non capisco, è tutto così regolare e tutti affermano il contrario. Ah già, i poteri forti che vogliono ostacolare i 5s e non vogliono la casa giallorossa.
  8. Essendo io interessato, concordo con te che le disquisizione non poteva essere altro che dotta.
  9. Se non capisci quello che avrei voluto dire non ci posso fare nulla, con la risposta che mi hai dato confermi quello che pensavo di te, e poi non eravamo off topic, si parlava dello stadio e io ti ho invitato a leggere TUTTO e a CERCARE di pensare in maniera indipendente dal tuo credo. Buona giornata anche a te. E a mai più risentirci.
  10. Brutta cosa la fede in qualcuno o qualcosa, un consiglio: informati, leggi tutto, pensa e giudica con la tua testa, non credere che esistano soltanto buoni o cattivi. I 5s sono, nella migliore delle ipotesi, degli ingenui incapaci, nella peggiore sono peggio degli altri. Cosa altro deve fare o non fare , Virginia come la chiami confidenzialmente tu, per certificare la sua incapacità o peggio disonestà ? Il più grande insegnamento che ho tratto dalla vita è quello di pensare con la mia testa, non credere incondizionatamente in nulla e diffidare di tutti. Capisco d altra parte però che convincere a ragionare un 5s con la propria testa è come convincere il Papa che Dio non esiste.
  11. Quando si dice essere accecati dal tifo, in questo caso per i 5s. È incredibile, adesso i mafiosi sono quelli che si oppongono alla marea di irregolarità.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.