Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

jurgen kohler

A che quota si vince, si va in CL, si va in EL? - Anno V

Recommended Posts

1 ora fa, Adrianick ha scritto:

Eri un continuo disfattismo mascherato da fine statista

Un Pericle, diciamo. .sisi

 

Forse volevi dire "statistico"? 😁

 

Guarda, certi toni ed atteggiamenti di qualcuno nel proporre, analizzare dati e ribattere stanno sulle scatole anche a me, però certi sfondoni andrebbero evitati se si aspira ad una vittoria dialettica... 😅

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Adrianick ha scritto:

Tu, proprio tu, davi per impossibile una vittoria perché statisticamente non era mai accaduto. Contesrualizzo eccome. Quel periodo lo ricordo molto bene. Eri un continuo disfattismo mascherato da fine statista. Il campo era chiaro. Si vedeva benissimo all'epoca come la Juventus avesse un margine ampio e che la classifica fosse frutto di una partenza oltre le potenzialità reali dell'inter. Ma tu vedevi solo numeri. Oggi è lo stesso. L'inter la sta giocando sul piano fisico da agosto. Vince per tenuta atletica e come ben sappiamo, o dovremmo, la condizione fisica al top non dura una stagione. Ci sarà un netto calo. La Juventus vince perché ha una rosa mostruosa e questa cosa non cambierà nel corso della stagione. Ergo le tue previsioni/proiezioni sono al solito parziali e non capisco come tu possa parlare con tanta arroganza ad un utente che ha solo espresso la propria opinione, condivisibile tra l'altro. 

Menti clamorosamente. E comunque questo topic, nato proprio in quel campionato, non vuole essere né ottimista, né pessimista, bensì ha la pretesa (che a volte genera il panico) di leggere ed interpretare la realtà. Poi ci si trova a dover discutere come i bambini dell’asilo sul “disfattismo” ma vabbé...

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Blackguard ha scritto:

Un Pericle, diciamo. .sisi

 

Forse volevi dire "statistico"? 😁

 

Guarda, certi toni ed atteggiamenti di qualcuno nel proporre, analizzare dati e ribattere stanno sulle scatole anche a me, però certi sfondoni andrebbero evitati se si aspira ad una vittoria dialettica... 😅

.asd

Hai ragione. Statistico è orrendo, in ogni caso. sefz

1 ora fa, jurgen kohler ha scritto:

Menti clamorosamente. E comunque questo topic, nato proprio in quel campionato, non vuole essere né ottimista, né pessimista, bensì ha la pretesa (che a volte genera il panico) di leggere ed interpretare la realtà. Poi ci si trova a dover discutere come i bambini dell’asilo sul “disfattismo” ma vabbé...

Non c'è da discutere nulla. Io mi son permesso di quotarti rimandandoti a quel campionato proprio dopo una tua risposta, un po' troppo arrogante a mio modo di vedere. 

Non mi interessa discutere di questo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 ore fa, Amadir ha scritto:

Vabbè il Napoli quando l’abbiamo preso noi non era in crisi e Cagliari e Lazio non erano così in alto (senza contare che definire una big il Cagliari fa abbastanza ridere). Anche il Milan di ieri non era certo il Milan imbarazzante del derby.

In realtà io non ho detto big...solo che i fatti dicono che ci manca di giocare con le squadre in posizione dalla 3 alla 6. Se questo thread ha l'obiettivo di inferire da dati passati l'andamento del campionato, non credo possa ignorare che i dati passati ci dicono che noi dobbiamo giocare con le squadre nelle posizioni più in alto in classifica, mentre loro ne hanno già incontrare alcune. Tutto qui ;)

 

 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, jurgen kohler ha scritto:

Menti clamorosamente. E comunque questo topic, nato proprio in quel campionato, non vuole essere né ottimista, né pessimista, bensì ha la pretesa (che a volte genera il panico) di leggere ed interpretare la realtà. Poi ci si trova a dover discutere come i bambini dell’asilo sul “disfattismo” ma vabbé...

Jurgen, io seguo il topic con interesse, perchè offre curiosità statistiche. Però non è vero che analizza la realtà. Analizza il passato proiettandolo nel futuro, con l'assunzione forte che il passato possa spiegare i punti alla fine della stagione. Chiaramente i risultati passati non sono l'UNICA spiegazione, altrimenti il margine d'errore fra le previsioni e il risultato finale dovrebbe essere nullo. 

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bisogna vedere l'inter con squadre serie.

Fino ad ora in campionato ha giocato "solo" 1 partita difficile: contro noi e ha perso.

L'altra media era con la Lazio in casa e meritava minimo il pareggio, presi a pallate e salvati dagli errori di Correa e da Handanovic. 

Nelle altre "medie" ha trovato il Milan allo sbando di Giampaolo (peggio di questo di Pioli), una Samp oltre lo sbando di Di Francesco. Giocare ora con la Samp trovi un muro di 11 in area. Roma e Atalanta  hanno pareggiato rischiando pure. 

E aggiungo che ha incontrato il Cagliari alla seconda, un Cagliari che si stava assestando, non questo.

Attenzione a un'altra cosa del calendario. Al girone di ritorno delle "forti" l'inter avrà solo in Napoli in casa e le ultime 2 Inter Napoli e Atalanta Inter.

Comunque per me 90 punti non bastano. Si deve andare oltre 95.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io personalmente ritengo che l'Inter rimarrà un avversario solido fino alla fine del campionato. Le statistiche sono un utile strumento per desumere schematicità e ripetitività di eventi, e contestualizzare ipotesi e ragionamenti. In ogni caso non mi sento personalmente di condividere l'idea che l'Inter chiuda probabilmente oltre i 90 punti.

Secondo me allo stato attuale delle cose, il quadro statistico contestualizzato alla realtà, non consente di definirlo un evento così probabile (oltre il 50%).

- Statisticamente sono anni che l'Inter parte bene e poi rallenta (anche clamorosamente), quindi se ci si basa sulla recente statistica è difficile immaginare che non subiscano una flessione (ancorché non troppo importante)

- La rosa dell'Inter è numericamente molto poco robusta in determinati ruoli (vedremo cosa fanno a Gennaio però)

- La spada di damocle Europa League al momento pende su Conte, sappiamo bene che storicamente le squadre italiane risentono molto per rendimento, il giocare al giovedì, addirittura più che la Champions

- C'è da considerare il pericolo Conte, nel senso che più volte nella sua carriera ha dimostrato di poter sbroccare da un momento all'altro, già ha sbroccato qualche volta, per ora sono riusciti a ammortizzarne bene gli effetti (almeno sul campo), ma la sensazione è che si cammini sulla lama di un rasoio.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore fa, Vincenzo1989 ha scritto:

Jurgen, io seguo il topic con interesse, perchè offre curiosità statistiche. Però non è vero che analizza la realtà. Analizza il passato proiettandolo nel futuro, con l'assunzione forte che il passato possa spiegare i punti alla fine della stagione. Chiaramente i risultati passati non sono l'UNICA spiegazione, altrimenti il margine d'errore fra le previsioni e il risultato finale dovrebbe essere nullo. 

La proiezione è lo stato attuale dei fatti. Non significa che sarà per forza così il risultato finale. Tuttavia giornata dopo giornata la forbice si stringe attorno alla proiezione e la media punto diventa sempre più “vera” rispetto al risultato finale. Perciò le proiezioni nel primo terzo di campionato sono poco indicative. Quando entreremo nel secondo terzo del campionato (dalla tredicesima giornata in poi) la media punto sarà abbastanza assestata e non sarà difficile dare risposte anche precise su che tipo di campionato sarà.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 28/10/2019 Alle 10:27, O' Rei David ha scritto:

Il Napoli è superiore all'Inter e se non sbraca i valori alla lunga verranno fuori. Quest'anno mi sembra si faccia una gran fatica da parte di tutti a dare continuità nei risultati contro le piccole

Anche secondo me in partenza era superiore all'Inter..

Però gli arriverà dietro ormai..

Ha già sbracato..

Vedremo nel confronto diretto, ma ad oggi ritengo quasi impossibile che il Napoli raggiunga l'Inda..

Tenendo questo ritmo le prime due arriveranno oltre quota novanta..

Terzo e quarto posto fra i sessanta-sessantotto punti..

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, jurgen kohler ha scritto:

La proiezione è lo stato attuale dei fatti. Non significa che sarà per forza così il risultato finale. Tuttavia giornata dopo giornata la forbice si stringe attorno alla proiezione e la media punto diventa sempre più “vera” rispetto al risultato finale. Perciò le proiezioni nel primo terzo di campionato sono poco indicative. Quando entreremo nel secondo terzo del campionato (dalla tredicesima giornata in poi) la media punto sarà abbastanza assestata e non sarà difficile dare risposte anche precise su che tipo di campionato sarà.

A due terzi di campionato sei vicino alla fine del torneo, hai già giocato due terzi dei punti. Per quello la proiezione è più vicina al risultato finale.

Anche a due terzi di campionato  è possibile che le proiezioni abbiano degli scostamenti di almeno 3/4 punti rispetto alla classifica finale. Ciò vuol dire, per esempio, passare da un campionato da punteggio alto a uno a punteggio medio. Oppure vincere o perdere lo scudetto. Visto che potenzialmente ballano 6/8 punti. 

 

Ripeto il mio punto, non è possibile spiegare SOLO con il passato il futuro.

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, Vincenzo1989 ha scritto:

In realtà io non ho detto big...solo che i fatti dicono che ci manca di giocare con le squadre in posizione dalla 3 alla 6. Se questo thread ha l'obiettivo di inferire da dati passati l'andamento del campionato, non credo possa ignorare che i dati passati ci dicono che noi dobbiamo giocare con le squadre nelle posizioni più in alto in classifica, mentre loro ne hanno già incontrare alcune. Tutto qui ;)

 

 

Sono loro che sono in alto perché non ci hanno ancora incontrato 😙

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Storico ultimi nove campionati alla 12ma giornata:

 

stagione | punti | W / D / L | GF-GS | Diff. reti | Classifica / Distacco

 

2011-12 | 26 | 7 / 5 / 0 | 22-10 | 12 | 1 / +2

2012-13 | 31 | 10 / 1 / 1 | 29-9 | 20 | 1 / +4

2013-14 | 31 | 10 / 1 / 1 | 26-10 | 16 | 2 / -1

2014-15 | 31 | 10 / 1 / 1 | 28-4 | 24 | 1 / +3

2015-16 | 18 | 5 / 3 / 4 | 16-11 | 5 | 7 / -9

2016-17 | 30 | 10 / 0 / 2 | 25-9 | 16 | 1 / +4

2017-18 | 31 | 10 / 1 / 1 | 35-11 | 24 | 2 / -1

2018-19 | 34 | 11 / 1 / 0 | 26-8 | 18 | 1 / +6

2019-20 | 32 | 10 / 2 / 0 | 20-9 | 11 | 1 / +1

 

 

 

  • Dopo 12 partite restano imbattute le Juventus 2011-12, 2018-19 e la attuale (la 2011-12 arriverà imbattuta fino alla fine).
  • Nelle ultime nove stagioni solo nel 2018-19 facciamo più punti di oggi.
  • Come reti realizzate, se si eccettua il campionato 2015-16, siamo al minimo.
  • Come reti subite siamo perfettamente nella media, rispetto al dato medio senza estremi (9 vs 9,5).
  • Ne consegue che la differenza reti non è per niente buona: 11 è il dato peggiore, se si eccettua il disastro iniziale del 2015-16.

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 ore fa, jurgen kohler ha scritto:

Storico ultimi nove campionati alla 12ma giornata:

 

stagione | punti | W / D / L | GF-GS | Diff. reti | Classifica / Distacco

 

2011-12 | 26 | 7 / 5 / 0 | 22-10 | 12 | 1 / +2

2012-13 | 31 | 10 / 1 / 1 | 29-9 | 20 | 1 / +4

2013-14 | 31 | 10 / 1 / 1 | 26-10 | 16 | 2 / -1

2014-15 | 31 | 10 / 1 / 1 | 28-4 | 24 | 1 / +3

2015-16 | 18 | 5 / 3 / 4 | 16-11 | 5 | 7 / -9

2016-17 | 30 | 10 / 0 / 2 | 25-9 | 16 | 1 / +4

2017-18 | 31 | 10 / 1 / 1 | 35-11 | 24 | 2 / -1

2018-19 | 34 | 11 / 1 / 0 | 26-8 | 18 | 1 / +6

2019-20 | 32 | 10 / 2 / 0 | 20-9 | 11 | 1 / +1

In pratica, se togliamo i campionati "anomali" (2011-12 e 2015-16), stiamo procedendo con un ottimo passo (il secondo in assoluto a livello di punti).

Un passo che normalmente ci garantiva un certo distacco rispetto alla seconda, salvo in due casi: contro la Roma di Garcia (2013-14) e il "terzo" Napoli di Sarri (2017-18), che addirittura ci sopravanzavano di un punto. Le uniche due squadre che ci hanno dato filo da torcere in questi anni vincenti.

 

Quella Roma finì col cedere progressivamente nel girone di ritorno. Lo stesso si può dire di quel Napoli che però, vincendo lo scontro diretto  a Torino, ci rimase incollato fino alla terz'ultima giornata, per poi sbracare a sua volta, dopo la nostra funambolica vittoria a San Siro contro l'Inter.

Quindi, in sostanza, non siamo alle prese con una situazione "sconosciuta". 

 

La vera anomalia, per quanto ci riguarda, sta tutta nelle differenza reti abbastanza risicata, dovuta al numero di goal segnati, davvero pochi. Non a caso, al momento, siamo il settimo attacco del campionato (il settimo!). E' forse questo l'aspetto che desta maggiore preoccupazione, più ancora dell'Inter di Conte, perché questa anemia offensiva è frutto di prestazioni non certo eccellenti. Ed è un problema che riguarda sia il centrocampo che l'attacco. A centrocampo, abbiamo giocatori che non segnano e nemmeno ci vanno vicino. Davanti, Higuain gioca bene ma non vede più la porta, Ronaldo è in affanno, Dybala l'unico che sta tenendo un onesto ruolino di marcia, considerando i minuti in cui è stato impiegato.

 

A centrocampo, direi che il problema è "strutturale" e non so quanto si possa migliorare (l'unica speranza è Ramsey). In attacco, invece, la qualità è tanta ed è lecito immaginare che si possa invertire la tendenza, anche se salta all'occhio una cosa: abbiamo solo tre attaccanti di ruolo e bisogna davvero sperare di non incappare in infortuni "pericolosi" che sarebbero difficilmente rimediabili nel mercato di gennaio.

 

Un mercato che invece potrebbe darci un upgrade sostanziale se si arrivasse a prendere il Polpo. Difficile, viste le richieste del Man Utd. Forse non impossibile, se a Manchester fossero davvero interessati ad alcune nostre pedine di scambio. 

 

Dietro, invece, stiamo messi sostanzialmente bene, nonostante il gravissimo infortunio di Chiellini. E qui, va detto che il pesante investimento su De Ligt si sta rivelando azzeccatissimo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
16 ore fa, Gol del Cesena ha scritto:

Bisogna vedere l'inter con squadre serie.

Fino ad ora in campionato ha giocato "solo" 1 partita difficile: contro noi e ha perso.

L'altra media era con la Lazio in casa e meritava minimo il pareggio, presi a pallate e salvati dagli errori di Correa e da Handanovic. 

Nelle altre "medie" ha trovato il Milan allo sbando di Giampaolo (peggio di questo di Pioli), una Samp oltre lo sbando di Di Francesco. Giocare ora con la Samp trovi un muro di 11 in area. Roma e Atalanta  hanno pareggiato rischiando pure. 

E aggiungo che ha incontrato il Cagliari alla seconda, un Cagliari che si stava assestando, non questo.

Attenzione a un'altra cosa del calendario. Al girone di ritorno delle "forti" l'inter avrà solo in Napoli in casa e le ultime 2 Inter Napoli e Atalanta Inter.

Comunque per me 90 punti non bastano. Si deve andare oltre 95.

 

 

Guardate troppo al momento, vinceremo il campionato con +15 minimo, 85 punti sono anche troppi, l'inter schianterà semplicemente perché è scarsa a livelli esagerati, Roma lazio Napoli sono nettamente piú forti. Il tempo dirà la sua

Share this post


Link to post
Share on other sites
55 minuti fa, pablobianconero ha scritto:

95 , punto più punto meno

Dipende dall'Inter, sostanzialmente.

L'anno scorso, avevamo un ruolino di marcia impressionante, da record assoluto, 100+ punti.

Poi, dopo aver conquistato lo scudo sostanzialmente ai primi di marzo, con la vittoria al San Paolo, siamo andati in vacanza prima del tempo.

Se l'Inter tiene fino in fondo, ecco che non potremo permetterci di distrarci. Viceversa... chissenefrega di quanti punti facciamo.

L'importante sono i trofei, non i record.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, velas ha scritto:

In pratica, se togliamo i campionati "anomali" (2011-12 e 2015-16), stiamo procedendo con un ottimo passo (il secondo in assoluto a livello di punti).

Un passo che normalmente ci garantiva un certo distacco rispetto alla seconda, salvo in due casi: contro la Roma di Garcia (2013-14) e il "terzo" Napoli di Sarri (2017-18), che addirittura ci sopravanzavano di un punto. Le uniche due squadre che ci hanno dato filo da torcere in questi anni vincenti.

 

Quella Roma finì col cedere progressivamente nel girone di ritorno. Lo stesso si può dire di quel Napoli che però, vincendo lo scontro diretto  a Torino, ci rimase incollato fino alla terz'ultima giornata, per poi sbracare a sua volta, dopo la nostra funambolica vittoria a San Siro contro l'Inter.

Quindi, in sostanza, non siamo alle prese con una situazione "sconosciuta". 

 

La vera anomalia, per quanto ci riguarda, sta tutta nelle differenza reti estremamente risicata, dovuta al numero di goal segnati, davvero pochi. Non a caso, al momento, siamo il settimo attacco del campionato (il settimo!). E' forse questo l'aspetto che desta maggiore preoccupazione, più ancora dell'Inter di Conte, perché questa anemia offensiva è frutto di prestazioni non certo eccellenti. Ed è un problema che riguarda sia il centrocampo che l'attacco. A centrocampo, abbiamo giocatori che non segnano e nemmeno ci vanno vicino. Davanti, Higuain gioca bene ma non vede più la porta, Ronaldo è in affanno, Dybala l'unico che sta tenendo un onesto ruolino di marcia.

 

A centrocampo, direi che il problema è "strutturale" e non so quanto si possa migliorare (l'unica speranza è Ramsey). In attacco, invece, la qualità è tanta ed è lecito immaginare che si possa invertire la tendenza, anche se salta all'occhio una cosa: abbiamo solo tre attaccanti di ruolo e bisogna davvero sperare di non incappare in infortuni "pericolosi" che sarebbero difficilmente rimediabili nel mercato di gennaio.

 

Un mercato che invece potrebbe darci un upgrade sostanziale se si arrivasse a prendere il Polpo. Difficile, viste le richieste del Man Utd. Forse non impossibile, se a Manchester fossero davvero interessati ad alcune nostre pedine di scambio. 

 

Dietro, invece, stiamo messi sostanzialmente bene, nonostante il gravissimo infortunio di Chiellini. E qui, va detto che il pesante investimento su De Ligt si sta rivelando azzeccatissimo. 

Questo pezzo lo puoi vendere velas, è perfetto .ok 

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 ore fa, Mr. Bluff ha scritto:

Anche secondo me in partenza era superiore all'Inter..

Però gli arriverà dietro ormai..

Ha già sbracato..

Vedremo nel confronto diretto, ma ad oggi ritengo quasi impossibile che il Napoli raggiunga l'Inda..

Tenendo questo ritmo le prime due arriveranno oltre quota novanta..

Terzo e quarto posto fra i sessanta-sessantotto punti..

La vera differenza tra Napoli e Inter la stanno facendo i rispettivi allenatori... Ancelotti ha palesemente perso la bussola (e non è mai stato bravo coi campionati) conte invece è il vero valore aggiunto dei cartonati .sisi

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, jurgen kohler ha scritto:

Questo pezzo lo puoi vendere velas, è perfetto .ok 

Ce lo ruberanno... .ghgh

Da quando c'è sto topic, e sono anni ormai, vedo ciclicamente qualche articolo riguardo la media punti, cosa che non avevo mai sentito prima...

Talvolta anche interventi sui talk televisivi.

Ci leggono, ci leggono...

Solo che poi, spesso, sbagliano nel dare certi dati, perché il giornalismo sportivo è composto da una massa di incompetenti, sostanzialmente.

Macheccefrega. Solo qui, troviamo la verità, quella vera! .ghgh

Share this post


Link to post
Share on other sites
21 minuti fa, juventinovero89 ha scritto:

La vera differenza tra Napoli e Inter la stanno facendo i rispettivi allenatori... Ancelotti ha palesemente perso la bussola (e non è mai stato bravo coi campionati) conte invece è il vero valore aggiunto dei cartonati .sisi

 

Aspetta che Conte pareggi o perda una partita e vedrai come inizierà ad inveire su Marotta e co. facendo esplodere l’ambiente.

Ancelotti paga in primis un presidente folle.

Berlusca che si prendeva i meriti delle formazioni non è nulla rispetto a de laurentiis.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Questo primo terzo di campionato ci dice quindi che la media punti di prima e seconda classificata è 2,6. Media secondo me un po' troppo forsennata. Credo che nel secondo terzo del torneo si assesterà sui 2,4 - 2,45. Per il resto, condivido l'analisi di Velas. Dovremo migliorare la fase offensiva sia per tenere testa all'attuale concorrente in A, sia per presentarci come si deve agli appuntamenti europei primaverili.

 

 

3 ore fa, Machiavelli ha scritto:

Aspetta che Conte pareggi o perda una partita e vedrai come inizierà ad inveire su Marotta e co. facendo esplodere l’ambiente.

Ancelotti paga in primis un presidente folle.

Berlusca che si prendeva i meriti delle formazioni non è nulla rispetto a de laurentiis.

 

E' già successo con noi a casa loro e fragorosamente settimana scorsa in Germania, ma l'ambiente non è esploso. Non credo basti una partita storta per destabilizzarli, ormai hanno una loro solidità. Semmai potranno avere un certo logorìo fisico e/o psicologico, ma alla lunga.

Dobbiamo accettare il fatto che quest'anno (il terzo, come ricordato in questo topic, dopo la Roma di Garcia e il "terzo" Napoli di Sarri) c'è una forte concorrente per lo scudetto. Che sia proprio quella capisco sia dura da accettare, ma tant'è. Dobbiamo rendergliela difficilissima. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi ricollego all’ultimo messaggio per segnalare che sta avvenendo quel che pensavo fosse destinato a ripetersi tra moltissimi anni, o forse mai: ossia, due squadre che viaggiano quasi appaiate a ritmi paurosi.

Nel 2018, il culmine si ebbe alla 26a giornata, con il Napoli in testa a 69 e la Juve virtualmente a 68 (avrebbe recuperato, e vinto, con l’Atalanta). Il che vuol dire che gli azzurri viaggiavano alla media in proiezione finale di 100,85 punti, la Juve a quella di 99,38. 

Quest’anno, anche se le giornate giocate sono molte meno, appena la metà, la situazione è sorprendentemente simile: la Juve viaggia a 102,31, l’Inter - seconda a un punto - veleggia a 99,39.

E’ pensabile che si arrivi a fine inverno con questi numeri anche quest’anno? Io dico di no, mi sembra un campionato dove le “piccole” sono più insidiose di due anni fa e ogni turno potrebbe, teoricamente, abbassare la media/proiezione totale delle prime due....

Share this post


Link to post
Share on other sites
50 minuti fa, SuperEagle ha scritto:

Mi ricollego all’ultimo messaggio per segnalare che sta avvenendo quel che pensavo fosse destinato a ripetersi tra moltissimi anni, o forse mai: ossia, due squadre che viaggiano quasi appaiate a ritmi paurosi.

Nel 2018, il culmine si ebbe alla 26a giornata, con il Napoli in testa a 69 e la Juve virtualmente a 68 (avrebbe recuperato, e vinto, con l’Atalanta). Il che vuol dire che gli azzurri viaggiavano alla media in proiezione finale di 100,85 punti, la Juve a quella di 99,38. 

Quest’anno, anche se le giornate giocate sono molte meno, appena la metà, la situazione è sorprendentemente simile: la Juve viaggia a 102,31, l’Inter - seconda a un punto - veleggia a 99,39.

E’ pensabile che si arrivi a fine inverno con questi numeri anche quest’anno? Io dico di no, mi sembra un campionato dove le “piccole” sono più insidiose di due anni fa e ogni turno potrebbe, teoricamente, abbassare la media/proiezione totale delle prime due....

Mah... a me sembra che le piccole non siano proprio granché. In generale buona parte delle squadre di serie A non mi sembrano granché. Fino ad ora, pur giocando complessivamente male, noi abbiamo avuto difficoltà solo con la Fiorentina e oggi con l'Atalanta. 

L'Inter ha beccato sti due davanti che stanno facendo davvero bene, Conte ha la squadra con sé e trovo improbabile che si stacchi rapidamente. Anzi.

L'unica variabile, per loro, possono essere gli infortuni, ma sono abbastanza convinto che se a gennaio saranno ancora agganciati a noi, si muoveranno sul mercato.

Quindi, mi aspetto una campionato tiratissimo e non sono affatto convinto che la spunteremo alla fine. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.