Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Vs Sondaggi

Mercato chiuso: Il VoStro giudizio sull'operato della Juventus in entrata e uscita

Che voto date al Mercato della Juventus ?  

  1. 1. Che voto date al Mercato della Juventus ?

    • 8
      14
    • 7
      31
    • 6
      83
    • 5
      243
    • 4
      706
  2. 2. Da chi vi aspettate di più dei nuovi arrivi?

    • Locatelli
      773
    • Kaio Jorge
      57
    • Kean
      247
  3. 3. Dove la Juventus sarebbe dovuta intervenire per sistemare la rosa?

    • Nessun reparto
      10
    • Portiere
      276
    • Difesa
      262
    • Centrocampo
      1006
    • Attacco
      420


Recommended Posts

Mercato da zero.

Spero che qualcuno che può si accorga che è finito il ciclo di AA e che bisognerebbe riprendere Marotta dandogli pure una buona parte dei soldi che ora prende Allegri immeritatamente visto che sa costruire solo metà  squadra.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, robros ha scritto:

A questo punto faccio una domanda a te. Tu, non altri, tu. Questa squadra, continuerai a seguirla? La risposta immagino sia sì. Bene, moltiplicala per qualche decina di milioni. E sappi che loro, che ci mettono i loro soldi, questi calcoli li hanno fatti all'unità. Le altre sono quelle che vengono in gergo tecnico chiamate 'code', margini, a volte ampi, a volte meno, di masse di utenza 'volatili'. Che vanno via veloci, poi altrettanto velocemente tornano. Hanno calcolato anche quelle, stanne certo. Sono soldi.

 

Che il periodo sarà piu' lungo io non lo credo. O meglio, dipende da tali dinamiche di evoluzione del business calcio, e del suo contesto, che prevederle è difficilissimo. Ricordo sempre, in questi frangenti, l'utente compulsivo del forum che frequentavo all'arrivo di farsopoli. Continuava a sostenere con tesi al tempo attendibilissime, credibilissime, che la Juve non si sarebbe mai piu' risollevata. Per attestarsi, colla compiacenza della proprietà Agnelli, ad un ruolo stabilmente subalterno. Una Roma per intenderci. Hai idea di quanti aderivano in quei momenti a quella tesi?? Eccoci qua. 15 anni dopo, non 50. Aveva ragione? 

 

 

Per rispondere all'ultima domanda, no non aveva ragione. Io ovviamente non ci capisco nulla degli studi di quelle aziende, sto in tutt'altro campo ma, credo che ci siano due capisaldi da cui partire:

1) quali sono gli obiettivi, se l'Italia o l'Europa;

2) su quali basi ci dobbiamo appoggiare.

Piu' in alto puntiamo, piu' forti e duraturi nel tempo dovranno essere gli investimenti (abbiamo una concorrenza agguerritissima e numerosa) e piu' sara' debole la base, piu' dovremo far da soli.

Ne hanno la capacita' e la volonta'?

L'investimento di Ronaldo come e' stato pianificato?

Perche' io ricordo che Paratici disse di aver contattato AA per comprarlo, in quanto lui non aveva i soldi per farlo, e AA gli rispose, te lo dico tra 3 giorni, poi dopo 3 ore lo chiamo' e gli disse facciamolo.

Ora ho come l'impressione che un investimento tanto consistente per la Juve sia stato fatto senza nessun tipo di analisi costi/benefici/sostenibilita'.

E ora pensi che per quanto riguarda l'attuale ridimensionamento, invece, li abbiano fatti?

A me sembra che stiano andando avanti un po' alla buona.

Se pero' tu hai degli agganci che ti hanno detto cosi', allora ti credo; in caso contrario, hai solo detto quello che "avrebbero" dovuto fare. E hai ragione, per carita'.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dopo le tribolazioni sportive dell’anno scorso (ricordiamo, qualificazione in Champions League acciuffata all’ultima giornata grazie ad un goal di Faraoni in Napoli-Verona) e il disastro gestionale e dirigenziale degli ultimi anni, era lecito aspettarsi una rivoluzione in seno all’amministrazione della Juventus, su tutti i livelli.

Tuttavia, tutto questo è avvenuto soltanto parzialmente.

Paratici viene, giustamente, allontanato dopo 3 anni di malagestione (eufemismo molto spinto). Anziché mettere al suo posto un dirigente esperto (per dirne uno, Petrachi era libero) viene promosso a DS addirittura il suo portaborse, dall’esperienza nulla e senza aver conseguito chissà quali traguardi: un salto nel vuoto stile Pirlo, segnale che la lezione, a quanto pare, non l’abbiano ( o non vogliano fate voi) recepita.

L’altra novità è Arrivabene, che viene inserito, dalla proprietà, come nuovo AD per mettere un freno agli sperperi degli ultimi anni.

Nedved rimane inspiegabilmente al suo posto, nonostante un’abilità comunicativa ai microfoni abbastanza imbarazzante, gli scleri in tribuna e gli insulti continui alla classe arbitrale.

Viene richiamato Allegri come allenatore: siamo tutti a conoscenza del suo valore, ma Max, come tutti gli altri allenatori del globo, non è attrezzato per i miracoli. La squadra non è arrivata quarta (per miracolo, ribadiamo) soltanto per gli errori di Pirlo: ha delle lacune che vanno colmate, specie a centrocampo.

 

Detto questo, Cherubini si ritrova catapultato in uno scenario abbastanza complicato: il suo mentore ha lasciato le macerie, tra calciatori mediocri con ingaggi stellari, rientri dai prestiti di calciatori fuori progetto, squadra mal amalgamata che non permette un modulo preciso ( un classicone che si ripresenta dal 2015 ad oggi, con la differenza che lo spessore dei calciatori , negli anni passati, ahimè, era ben diverso) un centrocampo che fa piangere e un attacco che non segna ( escluso Ronaldo).Il budget non è molto, tocca arrangiarsi.

Anziché mettersi all’opera immediatamente per cercare di porre rimedio a questo disastro, Cherubini sonnecchia per 2 mesi abbondanti, limitandosi a portare avanti la trattativa per Locatelli per una durata estenuante. Merito per lui per aver chiuso un importante operazione nel reparto più carente di tutti, ma il resto?

Ronaldo rientra dalle vacanze e manifesta dei malumori evidenti (già palesatisi nel finale della stagione scorsa, con la panchina a Bologna all’ultima giornata), che lo portano a chiedere ( o meglio a supplicare) la cessione negli ultimi giorni di mercato. La Juventus si ritrova, inspiegabilmente, totalmente impreparata: è costretta a fare minusvalenza cedendolo al Manchester United per 15 mln (pagabili in 5 anni tra l'altro, quando ad inizio trattativa si chiedevano fermamente i 30 mln necessari per non fare minusvalenza) e per sostituirlo non trova nient’altro che Kean, giocatore molto valido e CTP, ma che non può riempire quel vuoto di goal e personalità. Questo perché, tendenzialmente, i giocatori validi non si spostano negli ultimissimi giorni di mercato.

Una dirigenza competente e che progetta e programma seriamente, anziché “aspettare segnali da Mendes “(cit. Nedved), va dal procuratore stesso settimane prima e gli dice: “Cristiano cosa fa, resta? Vuole andarsene?”, in maniera tale da progettare il mercato nel primo caso e pensare al sostituto nel secondo.

Difatti, l’acquisto di Kaio Jorge è stato preso per far rifiatare Ronaldo. Ora che il portoghese è partito, il suo acquisto perde totalmente di senso, visto che hanno disperatamente cercato una punta che segni come Icardi, nonostante l’acquisto di Kean e dello stesso Jorge.

Questione rinnovo di Chiellini: lo capisco, molti elementi sono giovani e c’è una carenza di leadership e personalità importante, tuttavia ma non ne accetto le modalità.  Questo rinnovo lo trovo esclusivamente finalizzato nel farlo arrivare bello pimpante al mondiale in Qatar del 2022. Fare un biennale secco ad un 37 enne con tantissimi acciacchi fisici e continuare a mandarlo in nazionale, per quanto mi riguarda, non la vedo come un’operazione che fa del bene alla Juventus.

Tra l’altro come quarto centrale si è deciso di rimanere con Rugani, un calciatore che ha fallito in maniera fragorosa a Cagliari (principale responsabile della marea dei goal subiti dal Cagliari dal suo arrivo in poi e panchinato, per la disperazione, dal 18enne Carboni), non essendo riusciti nemmeno a ricavare del cash con un Demiral che parte a Bergamo per avere spazio (il solito prestito con diritto di riscatto tutto sbilanciato a favore dell’Atalanta). Della serie, magari tengo Chiellini consapevole che per età e infortuni giocherà poco, ma mi tutelo con un quarto centrale affidabile… niente di tutto questo.

A centrocampo manca nettamente un mediano davanti alla difesa, non si è provato neanche a far partire elementi inadeguati come Ramsey, Rabiot o Bentancur. Il solo, pur ottimo, Locatelli non basta purtroppo.

Bernardeschi è ancora in rosa per motivi sconosciuti, un calciatore che fa pietà da 2 anni e mezzo e che è reduce da un europeo in cui ha giusto segnato 2 rigori, giocando male, as usual, quando chiamato in causa (tipo contro la Turchia a gara chiusa).

In attacco si è scelto di puntare su Dybala, ma il rinnovo non arriva e c’è rischio di perderlo a zero.  A questo punto (specie se reputino le richieste dell’argentino esose) si sarebbe potuto anche provare a cederlo o scambiarlo per un’ala sinistra e fare un 4-3-3 con tutti i crismi e senza equivoci tattici, esaltando Chiesa (anziché depotenziandolo, allontanandolo dalla porta in un 4-4-2).

Ciliegina sulla torta, per l’ennesima volta hanno voluto iniziare una stagione con 3 terzini (di cui uno è De Sciglio, injury prone), tentando di sbolognare Pellegrini al West Ham, così da far fare tutte le partite ad Alex Sandro e da essere costretti a mettere, necessariamente, Cuadrado fuori ruolo come terzino, depotenziandolo (in quel ruolo attacca male e lascia i buchi dietro) e togliendolo dalle rotazioni davanti. Meno male che Pellegrini ha rifiutato, una delle piccolissime e pochissime note liete di questa sessione di mercato.

 

 

Voto 4

  • Mi Piace 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io ho sempre difeso la società ma questa volta non capisco la strategia e spero che qualcuno della società ci metta la faccia e ce la spieghi.

A memoria non riesco a ricordare un mercato peggiore di questo.

Peggiore non solo in riferimento ai pochi acquisti ma anche in rapporto alla situazione della squadra con i vari problemi irrisolti.

Veniamo da un quarto posto acciuffato "per Grazia ricevuta" più per demeriti degli avversari che meriti nostri.

Abbiamo un centrocampo "imbarazzante" a livello qualitativo e per sistemarlo prendiamo il solo Locatelli che non potrà essere il salvatore della patria.

In attacco cediamo il migliore e lo sostituiamo con un giocatore che abbiamo venduto due anni fa (non voglio parlare di quanto lo andremo a ripagare).

Se non si è investito su altri giocatori è perché si è seguito il mantra "se nessuno esce nessuno entra" e mi chiedo quale esubero pensavano di poter piazzare con gli ingaggi che hanno certi giocatori? 

A questo punto ci troviamo con una squadra più scarsa dello scorso anno, con gli avversari che hanno comunque mantenuto il loro livello competitivo (vedi le milanesi, Atalanta e napoli) o addirittura lo hanno migliorato (vedi le romane).

Ci troviamo con una squadra mal assortita e che è già partita malissimo sia a livello di gioco che di risultati.

Io la vedo molto dura quest'anno e veramente rischiamo di restare fuori dall'Europa che conta il prossimo anno.

Ultima considerazione sui mancati investimenti in questa sessione di mercato da parte della società.

In caso di mancata qualificazione Champions potrebbe costare di più del risparmio che è stato fatto ora.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, Lord Byron ha scritto:

E non è giusto. Visto che Agnelli ci vede come clienti, il cliente quando non è soddisfatto non compra il prodotto. Viceversa sarebbe una condizione di vassallaggio, e io non sono un vassallo. E vorrei che nessuno fosse vassallo, asservendosi a questi incapaci fraudolenti. Bisogna arrecare danno economico per farglielo capire.  

Ti capisco, e capisco la rabbia. Mi limito a parlare per me. E sarà onesto, la Juve la seguirò comunque. Sono un cretino? Forse, come è da cretini essere tifosi da che il calcio è calcio. Che mollano la compagna al suo compleanno perchè c'è la finale di CL e ci gioca la Juve. A partire da Napoli. Prenderemo due pere? Puo' essere. Smadonnerò. Mi berrò una media in più insultando Cherubini, Agnelli e Allegri e Rabiot. Poi mi troverai comunque davanti allo schermo per vedermi Malmoe-Juve, e magari smadonnare di nuovo. Questo è il tifo, questo è il tifoso. E 'loro' lo sanno.

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, mikele74ap ha scritto:

Il Barca super indebitato ha preso Depay e Aguero… il Real prenota mbappe e prende camavinga…. Noi prendiamo Loca, ma strapaghiamo Kean, va via CR7 svenduto e non prendiamo ne centravanti, ne terzino sx, ne mediano, ne trequartista …. Senza soldi in tanti hanno fatto meglio… la Roma ha speso 80 milioni…la Lazio zaccagni, il Lipsia un gioiellino X 16 milioni, Saul al Chelsea, pure Milan, Fiorentina e Torino hanno preso più e meglio di noi… e l’Inter era in liquidazione…. Voto 4 …. Anche 3 X la mancanza di idee e competenza 

 

Premesso che il nostro mercato é dtato uno schifo e spero che Elkann trovi un investitore nel club o magari si levi proprio dalle palle, il barça è l'unica squadra che ha fatto un mercato peggiore del nostro. Aguero non solo fisicamente è inaffidabile ma sarà anche scazzato visto che é andato lì solo per messi.

L'anno prossimo é a parigi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
15 minuti fa, robros ha scritto:

Ti capisco, e capisco la rabbia. Mi limito a parlare per me. E sarà onesto, la Juve la seguirò comunque. Sono un cretino? Forse, come è da cretini essere tifosi da che il calcio è calcio. Che mollano la compagna al suo compleanno perchè c'è la finale di CL e ci gioca la Juve. A partire da Napoli. Prenderemo due pere? Puo' essere. Smadonnerò. Mi berrò una media in più insultando Cherubini, Agnelli e Allegri e Rabiot. Poi mi troverai comunque davanti allo schermo per vedermi Malmoe-Juve, e magari smadonnare di nuovo. Questo è il tifo, questo è il tifoso. E 'loro' lo sanno.

Purtroppo anch’io sono così ma non se lo meritano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Le responsabilità della dirigenza e della proprietà sono evidenti.

 

Per non disperdere del tutto quanto fatto in questi anni bisogna affidarsi all'allenatore ed ai calciatori. 

 

Speriamo che questa pausa permetta ad Allegri di trovare la giusta via.

 

PS Sono curioso di vedere in quanti andranno allo stadio nelle prossime partite casalinghe.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Allibito dal disprezzo di questa società verso i giovani. Sbattuti come sempre in provincia come pacchi postali. Fagioli e Ranocchia possono davvero fare peggio di Bentancur e Rabiot? Poi ovvio che questi ultimi non li puoi vendere, te li sei legati a doppio filo con stipendi faraonici.

Bene essersi liberati di Ronaldo. La sua partenza, frettolosa e tardiva nelle tempistiche tardo agostane, accelera il nostro percorso. 

Qual è il nostro percorso oggi? Mi piacerebbe dire di crescita, ma in realtà stiamo ripartendo dall'età della pietra. CR a questo punto non c'entrava più nulla con questa accozzaglia di giocatori. Quanto poteva fare? 20-25 gol? Forse, ma meglio un addio traumatico che fa capire a tutti la reale situazione della Juve al momento. 

Speriamo Kean e Locatelli facciano quanto meno cose discrete. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ho votato 4 perché il mercato, a mio parere, ci rende sulla carta più deboli dell’anno scorso. Avrei preferito qualche innesto in più a centrocampo e con la vendita di CR7, mi sarei aspettato una acquisto di peso per far sognare la tifoseria. Non è avvenuto nulla di tutto questo.

Nella mia totale ignoranza, avrei tenuto CR7 ed avrei cercato piccoli investimenti per far rendere di più la squadra, avviando la rivoluzione soltanto dopo essersi schiariti meglio le idee, analizzando cosa avesse funzionato e cosa no in questa annata.

Invece è successo l’esatto contrario e solo il tempo dirà se le scelte fatte sono state giuste ed oculate. Ad oggi nutro ENORMI dubbi. Mi sembra che tutti si siano rinforzati tranne la Juventus. Mah…

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, Semper Fideles ha scritto:

Dopo le tribolazioni sportive dell’anno scorso (ricordiamo, qualificazione in Champions League acciuffata all’ultima giornata grazie ad un goal di Faraoni in Napoli-Verona) e il disastro gestionale e dirigenziale degli ultimi anni, era lecito aspettarsi una rivoluzione in seno all’amministrazione della Juventus, su tutti i livelli.

Tuttavia, tutto questo è avvenuto soltanto parzialmente.

Paratici viene, giustamente, allontanato dopo 3 anni di malagestione (eufemismo molto spinto). Anziché mettere al suo posto un dirigente esperto (per dirne uno, Petrachi era libero) viene promosso a DS addirittura il suo portaborse, dall’esperienza nulla e senza aver conseguito chissà quali traguardi: un salto nel vuoto stile Pirlo, segnale che la lezione, a quanto pare, non l’abbiano ( o non vogliano fate voi) recepita.

L’altra novità è Arrivabene, che viene inserito, dalla proprietà, come nuovo AD per mettere un freno agli sperperi degli ultimi anni.

Nedved rimane inspiegabilmente al suo posto, nonostante un’abilità comunicativa ai microfoni abbastanza imbarazzante, gli scleri in tribuna e gli insulti continui alla classe arbitrale.

Viene richiamato Allegri come allenatore: siamo tutti a conoscenza del suo valore, ma Max, come tutti gli altri allenatori del globo, non è attrezzato per i miracoli. La squadra non è arrivata quarta (per miracolo, ribadiamo) soltanto per gli errori di Pirlo: ha delle lacune che vanno colmate, specie a centrocampo.

 

Detto questo, Cherubini si ritrova catapultato in uno scenario abbastanza complicato: il suo mentore ha lasciato le macerie, tra calciatori mediocri con ingaggi stellari, rientri dai prestiti di calciatori fuori progetto, squadra mal amalgamata che non permette un modulo preciso ( un classicone che si ripresenta dal 2015 ad oggi, con la differenza che lo spessore dei calciatori , negli anni passati, ahimè, era ben diverso) un centrocampo che fa piangere e un attacco che non segna ( escluso Ronaldo).Il budget non è molto, tocca arrangiarsi.

Anziché mettersi all’opera immediatamente per cercare di porre rimedio a questo disastro, Cherubini sonnecchia per 2 mesi abbondanti, limitandosi a portare avanti la trattativa per Locatelli per una durata estenuante. Merito per lui per aver chiuso un importante operazione nel reparto più carente di tutti, ma il resto?

Ronaldo rientra dalle vacanze e manifesta dei malumori evidenti (già palesatisi nel finale della stagione scorsa, con la panchina a Bologna all’ultima giornata), che lo portano a chiedere ( o meglio a supplicare) la cessione negli ultimi giorni di mercato. La Juventus si ritrova, inspiegabilmente, totalmente impreparata: è costretta a fare minusvalenza cedendolo al Manchester United per 15 mln (pagabili in 5 anni tra l'altro, quando ad inizio trattativa si chiedevano fermamente i 30 mln necessari per non fare minusvalenza) e per sostituirlo non trova nient’altro che Kean, giocatore molto valido e CTP, ma che non può riempire quel vuoto di goal e personalità. Questo perché, tendenzialmente, i giocatori validi non si spostano negli ultimissimi giorni di mercato.

Una dirigenza competente e che progetta e programma seriamente, anziché “aspettare segnali da Mendes “(cit. Nedved), va dal procuratore stesso settimane prima e gli dice: “Cristiano cosa fa, resta? Vuole andarsene?”, in maniera tale da progettare il mercato nel primo caso e pensare al sostituto nel secondo.

Difatti, l’acquisto di Kaio Jorge è stato preso per far rifiatare Ronaldo. Ora che il portoghese è partito, il suo acquisto perde totalmente di senso, visto che hanno disperatamente cercato una punta che segni come Icardi, nonostante l’acquisto di Kean e dello stesso Jorge.

Questione rinnovo di Chiellini: lo capisco, molti elementi sono giovani e c’è una carenza di leadership e personalità importante, tuttavia ma non ne accetto le modalità.  Questo rinnovo lo trovo esclusivamente finalizzato nel farlo arrivare bello pimpante al mondiale in Qatar del 2022. Fare un biennale secco ad un 37 enne con tantissimi acciacchi fisici e continuare a mandarlo in nazionale, per quanto mi riguarda, non la vedo come un’operazione che fa del bene alla Juventus.

Tra l’altro come quarto centrale si è deciso di rimanere con Rugani, un calciatore che ha fallito in maniera fragorosa a Cagliari (principale responsabile della marea dei goal subiti dal Cagliari dal suo arrivo in poi e panchinato, per la disperazione, dal 18enne Carboni), non essendo riusciti nemmeno a ricavare del cash con un Demiral che parte a Bergamo per avere spazio (il solito prestito con diritto di riscatto tutto sbilanciato a favore dell’Atalanta). Della serie, magari tengo Chiellini consapevole che per età e infortuni giocherà poco, ma mi tutelo con un quarto centrale affidabile… niente di tutto questo.

A centrocampo manca nettamente un mediano davanti alla difesa, non si è provato neanche a far partire elementi inadeguati come Ramsey, Rabiot o Bentancur. Il solo, pur ottimo, Locatelli non basta purtroppo.

Bernardeschi è ancora in rosa per motivi sconosciuti, un calciatore che fa pietà da 2 anni e mezzo e che è reduce da un europeo in cui ha giusto segnato 2 rigori, giocando male, as usual, quando chiamato in causa (tipo contro la Turchia a gara chiusa).

In attacco si è scelto di puntare su Dybala, ma il rinnovo non arriva e c’è rischio di perderlo a zero.  A questo punto (specie se reputino le richieste dell’argentino esose) si sarebbe potuto anche provare a cederlo o scambiarlo per un’ala sinistra e fare un 4-3-3 con tutti i crismi e senza equivoci tattici, esaltando Chiesa (anziché depotenziandolo, allontanandolo dalla porta in un 4-4-2).

Ciliegina sulla torta, per l’ennesima volta hanno voluto iniziare una stagione con 3 terzini (di cui uno è De Sciglio, injury prone), tentando di sbolognare Pellegrini al West Ham, così da far fare tutte le partite ad Alex Sandro e da essere costretti a mettere, necessariamente, Cuadrado fuori ruolo come terzino, depotenziandolo (in quel ruolo attacca male e lascia i buchi dietro) e togliendolo dalle rotazioni davanti. Meno male che Pellegrini ha rifiutato, una delle piccolissime e pochissime note liete di questa sessione di mercato.

 

 

Voto 4

Una disamina estremamente completa e impietosa.

 

Purtroppo le cose stanno esattamente così come le descrivi: ad oggi alla Juve non ci sono competenze, non c'è programmazione, non ci sono idee e nemmeno soldi.

 

E' una gestione improvvisata e inadeguata del club, frutto di gravi lacune nella visione strategica e di una "assenza" inspiegabile dei vertici societari. I risultati del campo sono direttamente proporzionali all'inadeguatezza di certi personaggi. 

 

Al quadro che hai dipinto aggiungerei solo un aspetto: il faraonico contratto con il quale Allegri è stato rimesso in panchina, che visto l'estemporaneità di come viene gestito tutto il resto sa molto di un mettere le mani avanti per quando si cascherà indietro. 

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Voto 5, Locatelli e Kean ottimi acquisti.

 

De Sciglio,Rugani,Ramsey,Bernardeschi e Pellegrini ancora in rosa...

 

Il centrocampo è uno dei peggiori della storia

 

Attacco con zero bomber e tante seconde punte

 

Rugani 4 centrale con Chiellini 37enne e Bonucci 34 reduci da stagioni no-stop

 

Male male male

Share this post


Link to post
Share on other sites
40 minuti fa, Semper Fideles ha scritto:

Dopo le tribolazioni sportive dell’anno scorso (ricordiamo, qualificazione in Champions League acciuffata all’ultima giornata grazie ad un goal di Faraoni in Napoli-Verona) e il disastro gestionale e dirigenziale degli ultimi anni, era lecito aspettarsi una rivoluzione in seno all’amministrazione della Juventus, su tutti i livelli.

Tuttavia, tutto questo è avvenuto soltanto parzialmente.

Paratici viene, giustamente, allontanato dopo 3 anni di malagestione (eufemismo molto spinto). Anziché mettere al suo posto un dirigente esperto (per dirne uno, Petrachi era libero) viene promosso a DS addirittura il suo portaborse, dall’esperienza nulla e senza aver conseguito chissà quali traguardi: un salto nel vuoto stile Pirlo, segnale che la lezione, a quanto pare, non l’abbiano ( o non vogliano fate voi) recepita.

L’altra novità è Arrivabene, che viene inserito, dalla proprietà, come nuovo AD per mettere un freno agli sperperi degli ultimi anni.

Nedved rimane inspiegabilmente al suo posto, nonostante un’abilità comunicativa ai microfoni abbastanza imbarazzante, gli scleri in tribuna e gli insulti continui alla classe arbitrale.

Viene richiamato Allegri come allenatore: siamo tutti a conoscenza del suo valore, ma Max, come tutti gli altri allenatori del globo, non è attrezzato per i miracoli. La squadra non è arrivata quarta (per miracolo, ribadiamo) soltanto per gli errori di Pirlo: ha delle lacune che vanno colmate, specie a centrocampo.

 

Detto questo, Cherubini si ritrova catapultato in uno scenario abbastanza complicato: il suo mentore ha lasciato le macerie, tra calciatori mediocri con ingaggi stellari, rientri dai prestiti di calciatori fuori progetto, squadra mal amalgamata che non permette un modulo preciso ( un classicone che si ripresenta dal 2015 ad oggi, con la differenza che lo spessore dei calciatori , negli anni passati, ahimè, era ben diverso) un centrocampo che fa piangere e un attacco che non segna ( escluso Ronaldo).Il budget non è molto, tocca arrangiarsi.

Anziché mettersi all’opera immediatamente per cercare di porre rimedio a questo disastro, Cherubini sonnecchia per 2 mesi abbondanti, limitandosi a portare avanti la trattativa per Locatelli per una durata estenuante. Merito per lui per aver chiuso un importante operazione nel reparto più carente di tutti, ma il resto?

Ronaldo rientra dalle vacanze e manifesta dei malumori evidenti (già palesatisi nel finale della stagione scorsa, con la panchina a Bologna all’ultima giornata), che lo portano a chiedere ( o meglio a supplicare) la cessione negli ultimi giorni di mercato. La Juventus si ritrova, inspiegabilmente, totalmente impreparata: è costretta a fare minusvalenza cedendolo al Manchester United per 15 mln (pagabili in 5 anni tra l'altro, quando ad inizio trattativa si chiedevano fermamente i 30 mln necessari per non fare minusvalenza) e per sostituirlo non trova nient’altro che Kean, giocatore molto valido e CTP, ma che non può riempire quel vuoto di goal e personalità. Questo perché, tendenzialmente, i giocatori validi non si spostano negli ultimissimi giorni di mercato.

Una dirigenza competente e che progetta e programma seriamente, anziché “aspettare segnali da Mendes “(cit. Nedved), va dal procuratore stesso settimane prima e gli dice: “Cristiano cosa fa, resta? Vuole andarsene?”, in maniera tale da progettare il mercato nel primo caso e pensare al sostituto nel secondo.

Difatti, l’acquisto di Kaio Jorge è stato preso per far rifiatare Ronaldo. Ora che il portoghese è partito, il suo acquisto perde totalmente di senso, visto che hanno disperatamente cercato una punta che segni come Icardi, nonostante l’acquisto di Kean e dello stesso Jorge.

Questione rinnovo di Chiellini: lo capisco, molti elementi sono giovani e c’è una carenza di leadership e personalità importante, tuttavia ma non ne accetto le modalità.  Questo rinnovo lo trovo esclusivamente finalizzato nel farlo arrivare bello pimpante al mondiale in Qatar del 2022. Fare un biennale secco ad un 37 enne con tantissimi acciacchi fisici e continuare a mandarlo in nazionale, per quanto mi riguarda, non la vedo come un’operazione che fa del bene alla Juventus.

Tra l’altro come quarto centrale si è deciso di rimanere con Rugani, un calciatore che ha fallito in maniera fragorosa a Cagliari (principale responsabile della marea dei goal subiti dal Cagliari dal suo arrivo in poi e panchinato, per la disperazione, dal 18enne Carboni), non essendo riusciti nemmeno a ricavare del cash con un Demiral che parte a Bergamo per avere spazio (il solito prestito con diritto di riscatto tutto sbilanciato a favore dell’Atalanta). Della serie, magari tengo Chiellini consapevole che per età e infortuni giocherà poco, ma mi tutelo con un quarto centrale affidabile… niente di tutto questo.

A centrocampo manca nettamente un mediano davanti alla difesa, non si è provato neanche a far partire elementi inadeguati come Ramsey, Rabiot o Bentancur. Il solo, pur ottimo, Locatelli non basta purtroppo.

Bernardeschi è ancora in rosa per motivi sconosciuti, un calciatore che fa pietà da 2 anni e mezzo e che è reduce da un europeo in cui ha giusto segnato 2 rigori, giocando male, as usual, quando chiamato in causa (tipo contro la Turchia a gara chiusa).

In attacco si è scelto di puntare su Dybala, ma il rinnovo non arriva e c’è rischio di perderlo a zero.  A questo punto (specie se reputino le richieste dell’argentino esose) si sarebbe potuto anche provare a cederlo o scambiarlo per un’ala sinistra e fare un 4-3-3 con tutti i crismi e senza equivoci tattici, esaltando Chiesa (anziché depotenziandolo, allontanandolo dalla porta in un 4-4-2).

Ciliegina sulla torta, per l’ennesima volta hanno voluto iniziare una stagione con 3 terzini (di cui uno è De Sciglio, injury prone), tentando di sbolognare Pellegrini al West Ham, così da far fare tutte le partite ad Alex Sandro e da essere costretti a mettere, necessariamente, Cuadrado fuori ruolo come terzino, depotenziandolo (in quel ruolo attacca male e lascia i buchi dietro) e togliendolo dalle rotazioni davanti. Meno male che Pellegrini ha rifiutato, una delle piccolissime e pochissime note liete di questa sessione di mercato.

 

 

Voto 4

.quoto

 

ti sei dimenticato solo la questione portiere con l’occasione donnarumma ...
ma mi rendo conto che ne hanno combinate tante e tali che ci vorrebbero più volumi.....doh

Share this post


Link to post
Share on other sites
10 minuti fa, Aho ha scritto:

Per rispondere all'ultima domanda, no non aveva ragione. Io ovviamente non ci capisco nulla degli studi di quelle aziende, sto in tutt'altro campo ma, credo che ci siano due capisaldi da cui partire:

1) quali sono gli obiettivi, se l'Italia o l'Europa;

2) su quali basi ci dobbiamo appoggiare.

Piu' in alto puntiamo, piu' forti e duraturi nel tempo dovranno essere gli investimenti (abbiamo una concorrenza agguerritissima e numerosa) e piu' sara' debole la base, piu' dovremo far da soli.

Ne hanno la capacita' e la volonta'?

Hanno la volontà di mantenere in piedi la Juve, e di farlo cercando di farla stare in alto il più possibile, sempre in rapporto alle risorse che possono metterci, anche in rapporto alle loro priorità economiche del momento. Quindi oggi, anche con questo mercato, io ti dico di sì, per me sì. Dopodomani non si sa. Dipende da chi ci sarà in proprietà, e dal contesto complessivo. Sinora è stato un sì, da un secolo. Ma attenzione, come un diesel. Fino ad un certo punto. Non si rovinano per la Juve, perchè se succedesse dovrebbero vendere la Juve. E non lo vogliono. Ma le alternative? Metti la mano sul fuoco che tra dieci anni gli sceicchi saranno ancora lì, e il PSG non sarà sceso di categoria? Insomma, preferisci 100 giorni da gazzella o un paio da leone? Questi sono gusti, scelte, tu potresti prediligere il leone, mica avresti torto. Io preferisco durare. E' approccio alla realtà, ognuno ha il suo. 

 

Le capacità sono molto piu' incidentali. Dipende da chi governa in qual momento. E da quanto è adatto al contesto, e pure dal c**o. Quello che si puo' dire è che quando volessero investire, hanno i soldi per trovare anche le competenze. Se, come avvenuto con AA da 4 anni, non si faranno dominare da emotività e protagonismo. Quindi, ancora, dipende da che persone ci metti, con la testa (Boniperti, Moggi, Marotta) o con la pancia (AA)

10 minuti fa, Aho ha scritto:

L'investimento di Ronaldo come e' stato pianificato?

Male. Senza dubbio, col senno di poi. E' stato un colpo di testa di AA che non ci stava piu' nella pelle. Non ha usato la testa, ha usato lo stomaco. E ora, già ora secondo me, ne paga le conseguenze.

10 minuti fa, Aho ha scritto:

E ora pensi che per quanto riguarda l'attuale ridimensionamento, invece, li abbiano fatti?

Secondo me, ma è la mia opinione non ho agganci, sì, o meglio, credo di sì. Perchè i registi a mio avviso non sono gli stessi. Quando cominci a perder soldi, i veri detentori della cassa passano alla guida. E non sono degli sprovveduti, gestiscono un impero, non è retorica. Nel breve possono sbagliare, a lungo termine no. Non credo proprio o non gestirebbero un impero. Ma attenzione, non hanno le vittorie sul campo come immediata priorità. Prima risani, poi si ripensa al campo, e al divertimento. Sempre per il motivo che ho scritto all'inizio

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Societa' allo sbando che mi ha fatto perdere tutta la passione che avevo.

Quest'anno per la prima volta dopo piu' di 20 anni non ho fatto nessun abbonamento alle pay tv per seguire tutte le partite della Juve in campionato

Share this post


Link to post
Share on other sites
5 minuti fa, robros ha scritto:

Hanno la volontà di mantenere in piedi la Juve, e di farlo cercando di farla stare in alto il più possibile, sempre in rapporto alle risorse che possono metterci, anche in rapporto alle loro priorità economiche del momento. Quindi oggi, anche con questo mercato, io ti dico di sì, per me sì. Dopodomani non si sa. Dipende da chi ci sarà in proprietà, e dal contesto complessivo. Sinora è stato un sì, da un secolo. Ma attenzione, come un diesel. Fino ad un certo punto. Non si rovinano per la Juve, perchè se succedesse dovrebbero vendere la Juve. E non lo vogliono. Ma le alternative? Metti la mano sul fuoco che tra dieci anni gli sceicchi saranno ancora lì, e il PSG non sarà sceso di categoria? Insomma, preferisci 100 giorni da gazzella o un paio da leone? Questi sono gusti, scelte, tu potresti prediligere il leone, mica avresti torto. Io preferisco durare. E' approccio alla realtà, ognuno ha il suo. 

 

Le capacità sono molto piu' incidentali. Dipende da chi governa in qual momento. E da quanto è adatto al contesto, e pure dal c**o. Quello che si puo' dire è che quando volessero investire, hanno i soldi per trovare anche le competenze. Se, come avvenuto con AA da 4 anni, non si faranno dominare da emotività e protagonismo. Quindi, ancora, dipende da che persone ci metti, con la testa (Boniperti, Moggi, Marotta) o con la pancia (AA)

Male. Senza dubbio, col senno di poi. E' stato un colpo di testa di AA che non ci stava piu' nella pelle. Non ha usato la testa, ha usato lo stomaco. E ora, già ora secondo me, ne paga le conseguenze.

Secondo me, ma è la mia opinione non ho agganci, sì, o meglio, credo di sì. Perchè i registi a mio avviso non sono gli stessi. Quando cominci a perder soldi, i veri detentori della cassa passano alla guida. E non sono degli sprovveduti, gestiscono un impero, non è retorica. Nel breve possono sbagliare, a lungo termine no. Non credo proprio o non gestirebbero un impero. Ma attenzione, non hanno le vittorie sul campo come immediata priorità. Prima risani, poi si ripensa al campo, e al divertimento. Sempre per il motivo che ho scritto all'inizio

 

Va benissimo spendere quello che si puo', nessuno chiede alla proprieta' di mandare qualcosa in fallimento.

Boniperti (GA lo defini' un perfetto amministratore), Marotta e Moggi facevano molto bene, e' incontestabile.

Quello che non va sono le dichiarazioni di AA, compreremo ogni anno gente come Ronaldo, De Ligt ecc ecc. Quando lo fece gli sceicchi c'erano gia' e spendevano a piu' non posso gia' allora e non soltanto loro.

L'importante e' chiarire gli obiettivi e non illudere i tifosi, perche' poi le critiche arrivano e non ci si puo' lamentare.

Noi per ora possiamo puntare solo all'Italia, quello faremo e ci accontenteremo, fino a quando non cambiera' qualcosa in ambito Uefa o SL.

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 minuti fa, bianconero75 ha scritto:

.quoto

 

ti sei dimenticato solo la questione portiere con l’occasione donnarumma ...
ma mi rendo conto che ne hanno combinate tante e tali che ci vorrebbero più volumi.....doh

La questione Donnarumma l'ho volutamente tralasciata per vari motivi:

- l'operazione era bloccata dall'ingaggio assurdo di Szczesny , ennesima eredità pesante della gestione scellerata di Paratici. De facto, Cherubini si trovava già con le mani legate;

- di conseguenza, piazzare il polacco con quell'ingaggio sarebbe stato duro per chiunque, figurarsi per uno dell'esperienza di Cherubini;

- l'operazione Donnarumma era tutt'altro che a 0: tra commissioni a Raiola e maxi-ingaggio per il portiere era tutt'altro che un'operazione low cost, perlomeno nel breve periodo. Pagare, nella nostra situazione economica, 2 stipendi monstre a 2 portieri mi sembrava eccessivo 

- Donnarumma, poi, avrebbe fatto uno sgarbo del genere al Milan? Cioè siamo sicuri che sarebbe venuto cosi tranquillamente da noi? E' comunque andato al PSG a giocare con Messi, eh, mica all'Atletico Scarpones .

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Semper Fideles ha scritto:

La questione Donnarumma l'ho volutamente tralasciata per vari motivi:

- l'operazione era bloccata dall'ingaggio assurdo di Szczesny , ennesima eredità pesante della gestione scellerata di Paratici. De facto, Cherubini si trovava già con le mani legate;

- di conseguenza, piazzare il polacco con quell'ingaggio sarebbe stato duro per chiunque, figurarsi per uno dell'esperienza di Cherubini;

- l'operazione Donnarumma era tutt'altro che a 0: tra commissioni a Raiola e maxi-ingaggio per il portiere era tutt'altro che un'operazione low cost, perlomeno nel breve periodo. Pagare, nella nostra situazione economica, 2 stipendi monstre a 2 portieri mi sembrava eccessivo 

- Donnarumma, poi, avrebbe fatto uno sgarbo del genere al Milan? Cioè siamo sicuri che sarebbe venuto cosi tranquillamente da noi? E' comunque andato al PSG a giocare con Messi, eh, mica all'Atletico Scarpones .

Paratici lo aveva gia' agganciato Donnarumma.

Tu ce lo vedi Szczesny accettare di fare il secondo di Donnarumma? Giocare poco, stare in ombra e non riuscire a riconquistare la nazionale?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Società allo sbando totale, gestione e strategie di mercato pessime, solito gruppo squadra che da anni è un'accozzaglia di giocatori incollocabili in campo sotto un modulo tattico ben preciso, tutti gli esuberi più scarsi sono rimasti, abbiamo perso l'unico che segnava e gli innesti sono mediocri (tranne Locatelli e forse Kean), il centrocampo è imbarazzante.

La situazione è tragicomica... Come si è riusciti, da Sarri in poi, a fare questo disastro?

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Aho ha scritto:

Quello che non va sono le dichiarazioni di AA, compreremo ogni anno gente come Ronaldo, De Ligt ecc ecc.

Io ad Andrea voglio bene. Gli voglio bene come fosse un amico da uscirci e fare un bevuta al pub assieme. Perchè ha voluto sparare alto, non accontentarsi, bruciare le tappe. Ma se lo giudico con la testa lo devo criticare. Non ha fatto il bene della Juve, pur volendolo fare. Si è dimostrato ragazzo, impulsivo come lo sono i ragazzi. Lo paga lui. Lo paghiamo noi, con la differenza che noi non ne abbiamo colpa. Ha voluto sognare e ha fatto sognare anche noi. Ma in un certo ruolo non puoi permettertelo. Ecco. Lui è quello del leone, non della gazzella...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.