Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

L Lawliet

Utenti
  • Content count

    419
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

800 Eccellente

2 Followers

About L Lawliet

  • Rank
    Esordiente

Informazioni

  • Squadra
    Juventus

Recent Profile Visitors

9,367 profile views
  1. L Lawliet

    Responsabilità dei terzini sui gol subiti

    Ecco anche i terzini sono sistemati. Ricapitolando... Sintesi delle varie discussioni aperte sul forum e delle opinioni di "tendenza" che riscuotono il maggiore consenso: - Paratici / Nedved = Orfani di Marotta dimostrano di essere poveri ( di idee ) e inadeguati. In evidente stato confusionale, navigano a vista. - Bonucci, vecchio, contagiato dalla morbo di Matuidi, non centra un compagno marco per sbaglio, solita sciagura in campo aperto. - Alex Sandro = lento, regredito, inutile, i maligni sostengono che sul suo capo pende un ordinanza restrittiva che gli impedisce di superare la trequarti. "passa la palla sempre indietro", un evergreen, un mantra ripetuto a cantilena ( negli ultimi dieci anni, ogni terzino che ha indossato questa maglia, da Asamoah a Lichtsteiner, tutti hanno subito la stessa critica). - De Sciglio = sempre rotto, sempre scarso. - Danilo = MEZZA *... Tendente all'intera. - Cuadrado = non è un terziono, non sa difendere. - Pjanic = sopravvalutato, incantatore di allenatori, due partite decenti e campa di rendiita per mesi. Panchina dura e Bentancur regista, cosi impara. - Matuidi = peccato che il calcio preveda l'utilizzo di quell'attrezzo di forma sferica. - Rabiot = pacco, reso immediato. - Ramsey = eterno convalescente, degno erede di Khedira. - Douglas Costa = "Non ricordo nemmeno se è biondo o moro" cit. - Sarri = ...Vabbè è stato insultato in tutti i modi possibili. Fate vobis! Ecc. ecc. ecc. Ora, la classifica recita tre punti di vantaggio sulla seconda, il girone di Champions passato in carrozza... Ergo, delle due l'una: A) Se la meta delle considerazioni espresse dai più sul conto della squadra ( e su chi l'ha costruita ) risponde a verità... Sarri è un FENOMENO! B) Se la meta delle considerazioni espresse dai più sul conto di Sarri rispondono a verità... La squadra è composta da autentici fuoriclasse, la maggiorparte delle opinioni negative sui singoli vanno catalogate come deliranti e chi ha allestito la rosa va idolatrato vita natural durante. Scegliere tra le due opzioni, Grazie!
  2. L Lawliet

    Rendere il sistema coerente: rinunciare a Matuidi

    Premessa; ammetto di essere stato un fan sfegatato di Laudrup ( per me è stato un modello tecnico, stilistico, ineguagliabile ). Ne consegue che ho "consumato" la vista guardando filmati su filmati di quel Barcellona. Ora in termini generali condivido le riflessioni su Matuidi, le carenze tecniche, l'inadeguatezza nello sviluppare un calcio di possesso, ma... Il Racconto da cui nasce questa discussione è ampiamente romanzato...
  3. Premessa: Non sono di certo annoverabile tra coloro che hanno idolatrato Bonucci negli anni passati... Tutt'altro, ma.... 1) Se parliamo di fase di non possesso e gol incassati ( anche a difesa schierata). Non si salva nessuno, de Ligt Incluso. 2) Inadatto, lento, incapace nell1 vs 1, molle, quindi la soluzione è... Rugani??? quel RUGANI??? Beh, non fa una grinza... 3) Bonucci peggiorato rispetto all'anno passato ( con Chiellini che vegliava su di lui e un allenatore che preferiva non concedere campo alle spalle dei difensori)? Se parliamo di rendimento individuale... Beh! trovo complicato sostenere che nella scorsa stagione il suo rendimento è stato superiore... 4) Costacurta (con Sacchi), Piqué ( Guardiola ), Albiol ( con Sarri), per ruolo e caratteristiche (piede, velocità, reattività nei cambi di direzione, aggressività) non sono paragonabili a Bonucci? Costoro non sono stati protagonisti in squadre che praticavano un calcio di possesso, aggressivo, fatto di densità alta e pressione?
  4. 1) Quindi Capello nel 2019 scopre che "anche Sarri sa essere pratico"... "perché riconosce l’importanza del risultato"... Vabbè si deve essere perso qualche passaggio... Tipo i 91 punti con Reina in porta, Hysaj e Mário Rui sulle fasce, un nano da giardino come unico attaccante disponibile, Tonelli, Chiriches, Maggio, Strinic e Pavoletti come riserve (e Edo De Laurentiis fisso nello spogliatoio ad allietare gli astanti), 91 punti... Ancellotti probabilmente è più preparato sull'argomento "Pragmatismo di Sarri"... 2) Qualunque tipo di filosofia calcistica prevede equilibrio ( si più discutere su come ottenerlo... pressando, scappando, trovando un compromesso tra i due atteggiamenti ecc. ). Equilibrio che non c'è stato contro la Lokomotiv. Quella vista a Mosca non è una Juventus pratica ma incompiuta. Non sceglie di arrancare inseguendo avversari lanciati in campo aperto ( sarebbe folle! ). Non sceglie di vincere in volata speculando sulle doti di un singolo. Non sceglie di subire... semplicemente, Subisce! La Juventus attuale fisiologicamente non ha ancora l'identità che vorrebbe Sarri ( critico e insoddisfatto nonostante il passaggio del turno dopo il match ). P.S. La Juventus di Capello in Europa riconosceva poco l’importanza del risultato...
  5. Osservazioni sparse: 1) Aggiungo un dato: Seria A, Stagione 2019-2020, 10.7 tiri concessi a partita , 9 Gol subiti dopo 11 giornate. Seria A, Stagione 2018-2019, 11.7 tiri concessi a partita , 8 Gol subiti dopo 11 giornate. In sintesi: Subiamo mediamente di meno ma abbiamo incassato 1 gol in più. Produciamo mediamente di più ma abbiamo segnato 5 gol in meno. conclusioni: - Scarsa vena, concretezza, da coloro che hanno come compito primario quello di convertire in gol le occasioni create, ovvero Ronaldo & co. Carenze momentanee si spera, visto il curriculum... - La mancanza di un riferimento agonistico che spinge, trascina, contamina in compagni con la sua carica emotiva, l'assenza di Giorgione, ahimè, si fa tremendamente sentire. 2) Pare evidente che questa è ancora una Juve incompiuta. Un ibrido, un prototipo imperfetto che non soddisfa lo stesso allenatore, una bozza della Juve che vedremo... Vedremo alla fine di un percorso che prevede tappe obbligate ( non sempre piacevoli alla vista ) e nessuna scorciatoia. Tutto prevedibile... Oddio! Tutto... Tutto tranne che l'embrionale Juventus allenata da quello che veniva descritto come un benzinaio inadeguato, squilibrato, "degno erede di Maifredi", ecc. ecc. dopo 11 giornate avesse una media punti di 2.63 che in prospettiva significa "Quota 100". 3) Nell'articolo Rabiot viene definito un "centrocampista di palleggio"... Bene Rabiot è tutto tranne quello. 4) Lontano dal clamore, dai riflettori, silenziosamente un giovane centrocampista uruguaiano sta scalando gerarchie e guadagnando minutaggio nel ruolo di mezzala. Se lo sta costruendo in casa il "centrocampista di palleggio"...
  6. Considerazioni sparse: 1) Prevedibilmente tante difficoltà nel coprire il campo, contro un squadra... Meglio, contro un allenatore che istruisce, organizza, fa della ricerca dell'ampiezza un principio cardine. Per Ronaldo la fase di riconquista si ferma al pressing, tendenzialmente preferisce correre in avanti e non rincorrere. Questo ci toglie in uomo in fase di non possesso per risolvere "il problema di domani" ovvero chi prende i loro esterni. Lavoro supplementare per i tre centrocampisti. Dovremo correre tanto ( probabilmente più di loro ) e bene. 2) Anche sotto pressione non rinunciano alla costruzione dal basso. Se possibile con il giro palla cercano di liberare uno dei tre centrocampisti, quando i centrali sono in difficoltà cercano di guadagnare campo ricercando il quinto di centrocampo ( in modo diretto o in combinazione con una mezzala ) che ribalta la palla verso un delle punte che si abbassa. Lo eseguono in modo sistematico. Gran parte delle loro iniziative trovano "sfogo" sul riferimento offensivo. Conte "campa" sulla capacità degli attaccanti di coprire palla ( per questo hanno preso Lukaku ). L'ideale: Anticipare. Il minore dei mali: Fare fallo. 3) Stanno benissimo fisicamente ( avevano l'esigenza di partire forte ), nessun infortunio rilevante, il pieno di fiducia ( la sconfitta contro il Barcellona è stata probabilmente la più celebrata della storia), sono convinti, motivati, tutto vero ma... Disponiamo di tutti i mezzi tecnici necessari per mettere a nudo i loro difetti, più del Barca presuntuoso e disorganizzato di questi tempi. 4) L'Altra faccia della medaglia del 4-3-1-2. Tanta qualità, terzini che accompagnano, mezze ali che si inseriscono, un uomo tra le linee. Tante soluzioni in fase di possesso, tante varianti offensive. Tante possibili dinamiche. 5) È stato costretto a defilare Godin ( 33 anni suonati, non esattamente un centometrista ) per coprire le carenze dinamiche di De Vrij ( il loro Bonucci ). Corrono tutti, tra i "tutti" Brozovic e Sensi, corrono di più, ma... fanno della velocità un marchio distintivo? A parer mio NO. Godin, De Vrij dietro, Brozovic, Sensi in mezzo, sono attaccabili, tant'è vero che nelle partite in cui sono stati sollecitati con inserimenti tra le linee ( Slavia Praga e Lazio ) hanno ballato vistosamente. 6) Sarà una partita aperta, intensa, ruvida (capannelli sistematici attorno all'arbitro, in pieno metodo Conte). La squadra più "accanita" nella ricerca della palla, nei contrasti, nella Lotta, la squadra più caparbia, tenace, la squadra che vincerà più duelli individuali, la squadra che odierà di più la sconfitta verrà premiata con la vittoria.
  7. Considerazioni sparse: 1) Contrariamente a quanto accade in altre lidi, l'uditorio non lesina domande "scomode". ( sottolinea la strumentalizzazione che è stata fatta del termine "imbarazzante". Termine palesemente relativo al peso della scelta e non al lavoro svolto dalla società ). 2) Garbatamente pignolo. Pesa le parole, le sue e quelle degli interlocutori, quando nota un imprecisione nella domanda, una zona di ambiguità, che potrebbe far passare un messaggio distorto, corregge, calibra, puntualizza. 3) Investitura per Bentancur. Sposta l'orizzonte su De ligt ( anche per sgravarlo da pressioni ). Rabiot giocatore emotivo e fisico, concordo. Ruffiano il giusto su Ronaldo. 4) Descrive un gruppo di lavoro sano per motivazione e professionalità ( Apparentemente totalmente impermeabili alla negatività della frangia più rumorosa, caciarona, della tifoseria e della critica. ). Considerazioni sul lavoro svolto, sulle prospettive, sui possibili miglioramenti collettivi e individuali. Concentrato sul suo. 5) Unica pecca. Non una parola sull'incontro che li attende. Contrariamente a quanto potrebbe sembrare ( dai risultati disastrosi della gestione Montella ) è una partita. Per loro è "la partita". Il loro "palio". il loro obbiettivo stagionale si consuma in questa partita. Contrariamente a quanto potrebbe sembrare la Fiorentina possiede dei valori (inespressi). La vittoria del Napoli in casa loro è stata episodica in quanto determinata da circostanza favorevoli. Vincere a Firenze, in questa fase "embrionale" ( con un identità da assimilare, un equilibrio da trovare, senza un riferimento tecnico e emotivo come Chiellini ) sarebbe una prova di forza, un primo snodo stagionale contrariamente a quanto potrebbe sembrare...
  8. L Lawliet

    De Ligt e Bonucci sono compatibili?

    De Ligt. Bonucci & Rugani, tre registi difensivi più o meno lucidi nelle letture difensive, di spessore, esperienza, caratura diversa ma con "connotati" simili. Demiral ( per quel poco che ho visto nel girone di ritorno dello scorso anno ) è l'unico marcatore presente nell'attuale rosa, tenace, aggressivo, irruento, con gamba ma tutto da verificare a "queste quote" di competitività. L'Ideale sarebbe un Demiral affermato, che ha toccato queste altitudini senza provare vertigine, Umtiti, Benatia, Boateng ( che qui viene bellamente perculato ma ha un curriculum che fa impressione ) ecc. ecc. Una misura cautelativa nel caso Demiral dovesse dimostrarsi inadeguato.
  9. L Lawliet

    De Ligt e Bonucci sono compatibili?

    De Ligt nell'Ajax come partner ha avuto prima Davinson Sanchez ( marcatore puro ) e poi Daley Blind ( addirittura un ex terzino ). Bonucci ha goduto per anni della presenza di due angeli custodi come Chiellini e Barzagli. Entrambi non fanno dello spunto in velocità il loro marchio distintivo. "Aggravante", una squadra che nel dubbio corre in avanti e mira al recupero palla alto, concedendo campo alle spalle da coprire... Incompatibili forse è eccessivo ma...
  10. Scelta oggi considerata controversa ( eufemismo ) che nel tempo verrà rivalutata. In futuro, col senno di poi, verrà descritta come oculata e opportuna. P.S. Per come la vedo io, la consistenza, la "cifra", di una società si misura anche nel saper prendere decisioni che inizialmente non riscuotono il favore della critica. Nella capacità di non farsi influenzare da fattori esterni. Nella forza di sostenere il peso di scelte scomoda ma necessarie ( o ritenute tali ).
  11. Vediamo se Sarri domani avrà il coraggio di ribadire la stessa tesi che propagandava nel febbraio del 2017... Ovvero: Il primato della Juventus è "frutto di concretezza, mentalità, cattiveria, determinazione"
  12. Disfattismo, profezie apocalittiche, cassandre che preannunciano il ridimensionamento, sarcasmo, strali, nomignoli affibbiati, tifosi che "si dimettono" da tifosi, tifosi che definiscono INADEGUATI gran parte della dirigenza che ha realizzato il più lungo ciclo di vittorie della storia, chi chiede la teste dei vertici societari, chi spera in una disfatta vessatorio, educativa, disciplinare. Questo clima, questo isterismo, questi argomenti... Déjà vu, ho come la sensazione di aver già vissuto tutto questo, vediamo... Conte, Allegri, Lucento ( quel post partita ha toccato picchi epici e Ineguagliabili )... Strani esemplari questa "nuova generazione" di Juventini... Sbaglia cronicamente, canna sistematicamente ogni pronostico, ogni previsione, ma come se nulla fosse... resetta e riparte, senza sosta, senza pregresso, sempre con il senno di prima, ricomincia la sua litania perenne, la sua catilinaria in un loop temporale infinito, in un ciclo eterno senza memoria. Una sorta di remake incompiuto del film Ricomincio da capo con Bill Murray... Sbaglia, sbaglia e non impara mai... P.S. Preghiera per chi gestisce questo forum: Per favore difendete, salvate, questa discussione a imperitura memoria, nel tempo si rileverà una fucina inesauribile di figure di m...
  13. Non sarà mai il mio allenatore e non mi sentirò mai rappresentato da chi ha affermato questo: Scudetti della Juventus? "Per me sono...31! Perché? C’è compreso quello del campionato di serie B... L’ha vinto, no? Qui sbagliano tutti: 28, 30, 31, 24, 25.... Adesso basta! Un organo di competenza ha stabilito quello che bisognava fare. E’ inutile continuare a discutere di quanti sono e quanti dovrebbero essere" ...Ah no scusate, questo era Allegri quando allenava il Milan, errare mio, come non scritto...
  14. Ovvio ma bisogna essere in due... Se Guardiola e Klopp non possono o non intendono liberarsi. Ipotizziamo per ASSURDO che le notizie veicolate da Momblano e affini fossero delle colossali panzane. Risultati alla mano negli ultimi due anni ( capitale umano / obbiettivi ) quanti allenatori disponibili hanno fatto meglio del sessantenne... Ancellotti ( consenso unanime, considerato uno dei migliori allenatori della storia, tre Champions, decima con il Real ) al Napoli esce con le ossa rotte nel confronto con Sarri, - 12 punti. Sarri nel Chelsea quantomeno non ha sfigurato ( eufemismo ) nel confronto con l'entità superiore che lo ha preceduto ( e che oggi scorrazza per Milano parlando di riportare senso di appartenenza e di storia da onorare... ). Dal 5º posto + ottavi Champions al 3º posto ( davanti al Tottenham di Mauricio Pochettino ) + Finale Europa League. Ergo, non può essere una questione di contenuti tecnici, di merito. Se ne facciamo una questione di forma, di immagine il dibattito è aperto e soggettivo.
  15. Forse perché il sessantenne pratica un calcio nettamente più moderno di molti quarantine. Mihailovic e Giampaolo ( a vario titolo accostati alla nostra panchine ) andavano nel ritiro dell'Empoli per aggiornarsi e apprendere... Sarri rispetto a Simone Inzaghi & co. è avanguardia pura.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.