Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Sign in to follow this  
Fantomas

VIDEO Dani Alves: "Se me ne andrò dalla Juve, sarà senza alcuno scontro, al contrario di quanto si dice. Ammiro Guardiola"

Recommended Posts

 

 

Ma dai solo un ingenuo puo' pensare che Alves vada via perche' non puo' vincere con noi la Champions.

La Champions e' difficile da vincere anche se vai al Barcellona o al Bayern, figuriamoci al City che non ha mai disputato neanche una finale nella sua inesistente storia.

 

Chi vuole capire questa storia si chieda: perche' Alves e' andato via dal Barcellona l'anno scorso? Perche' era stufo della mentalita' o pensava che la Juve fosse sulla carta piu' forte? Non scherziamo.

Ando' via perche' non gli rinnovavano il contratto (giustamente, vista l'eta') e siamo arrivati noi con un bel ricco biennale.

Ora la Juve gli avra' chiaramente detto che non intende estendere il contratto oltre il 2018 mentre il ricchissimo City e' arrivato offrendogli soldi e anni di contratto, per di piu' c'e' anche Guardiola quindi e' ovvio che Alves voglia andare.

 

Siamo polli noi a rescindere anziche' obbligare il City a versarci dei soldi.

O siamo noi i polli, e allora dove vogliamo andare? Tra l' altro polli che non imparano niente dato che non è la prima volta che accade sta cosa... O non è andata proprio così come dici tu. Perché francamente la rescissione di un contratto da parte di una società tirchia e attaccattissima ai soldi non ha senso . Inoltre Dani Alves aveva un anno di contratto non tremila ... Qualcosa deve avergli messo molta fretta, a lui come a Tevez. Cosa?

Share this post


Link to post
Share on other sites

E sono convinta che ad Alex Sandro sia stato lui a riempirgli la testa. Strano che all'improvviso decida di andare via e chieda la cessione proprio dopo aver giocato Alves nella Juventus. Secondo me ha fatto lo stesso "lavoro" sia su Dybala, che su tutti gli altri sud americani. Non è che è sicuramente così, ma io il dubbio a questo punto ce l'avrei.

 

Era arrivato per tentare la Champions con la Juventus... ha fallito l'obbiettivo e se ne va sputando nel piatto in cui ha mangiato, come aveva già fatto con il Barcellona, dove i trofei li aveva vinti eccome. Evidentemente è il suo modo di fare... non perchè la Juve è "perdente" come in molti scrivono qui dentro... anche perchè, prima di arrivare a Torino, sapeva dove stava andando a giocare.

 

P.s a quelli che sparlano dicendo che non è rimasto perchè non si vince la Champions... vorrei ricordargli che è stato lui stesso a dire che quelli che pensano non si entra nella storia se non la si vince sbagliano, perchè non è quella che fa grandi i giocatori.

In effetti ne ha dette di tutti i colori anche sul suo club storico, il che fa capire la statura morale di questo uomo che si sente il centro dell'universo.

I tifosi che lo considerano un eroe che compie il gesto eroico di andarsene contro una società che non vuole vincere la champions hanno poco rispetto di sè stessi se inneggiano a un uomo che li ha offesi e derisi. La storia degli scarpini è veramente una bassezza umana contro la Juve e i suoi tifosi.

  • Mi Piace 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

Forse per te era un idolo assoluto. Grande ex calciatore, da noi ha fatto quattro partite buone. Ci vuole ben altro per diventare idoli assoluti. Dispiace perderlo, ma gli idoli assoluti per me erano Platini, Zidane, Del Piero, Trezeguet, ecc. non questo mercenario

 

Ah,io la penso come te,ma molti altri gli sbavavano dietro come se avessimo preso Messi....

Il problema della Juve sono anche certi tifosi provinciali che non evolveranno mai .nono

 

Che delusione che sei stato! .. Prima o poi quegli scarpini te li faremo ingoiare.

 

Aspetta e spera....

 

 

O siamo noi i polli, e allora dove vogliamo andare? Tra l' altro polli che non imparano niente dato che non è la prima volta che accade sta cosa... O non è andata proprio così come dici tu. Perché francamente la rescissione di un contratto da parte di una società tirchia e attaccattissima ai soldi non ha senso . Inoltre Dani Alves aveva un anno di contratto non tremila ... Qualcosa deve avergli messo molta fretta, a lui come a Tevez. Cosa?

 

Io penso che c'entri molto la parola che Tevez ha detto ad Allegri in mondovisione....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma poi io una cosa non ho capito di tutta questa vicenda: Alves va via perchè non è riuscito a vincere la champions? Ok, in finale abbiamo fatto pena (come al solito) ma ci siamo arrivati. Chi l'avrebbe detto ad agosto che saremmo arrivati in finale (non ci credeva nessuno, nonostante avessimo preso Alves, non credo che i giocatori fossero convintissimi di fare al 100% la finale già da agosto)? La champions è un terno al lotto. Abbiamo pure eliminato il "suo" Barcellona.

Ora va al City (una provincialissima squadra europea piena di soldi ma senza trofei internazionali) perchè alla Juve non può vincere la champions?

 

Io credo che vada via perchè alla Juve non può giocare come gli piace (senza tatticismi) e può giocare in squadre più offensive, tanto ha già vinto tutto e di non vincere una mazza non gliene frega nulla. Perchè se va al City per vincere la champions deve avere qualche problema grosso.

Ma quale gioco offensivo.

Va via perché il prossimo sarà l'ultimo contratto della sua carriera e vuole chiudere a cifre astronomiche: la Juve, come ben sappiamo, non tende a rinegoziare tanto presto i contratti e allora lui ha messo su un bel teatrino per essere ceduto a 0. E per chi dice che la società sbaglia, non vi rendete conto dei danni che può fare questo anche solo allenandosi a Vinovo: ti distrugge mezza squadra con un post al secondo sui social e un'intervista denigratoria al giorno. Sinceramente è un atteggiamento squallido, assolutamente non idoneo a un professionista strapagato come lui. Deve solamente tacere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Infatti.... dove sta andando adesso, avrà bene in mente cosa significhi giocare in una squadra dove ogni anno si disputano finali da sogno.

Altro campionato, altro allenatore, altra filosofia, probabilmente più adatta a lui.

Non credo lui stia cercando di aumentare la propria bacheca personale, ma sta provando più esperienze.

Ha detto di essere venuto da noi anche per provare gli aspetti difensivi, vedere come si difende qui.

 

Ma mi sembra chiaro che si sia trovato troppo in antitesi con lo stile storico di questa squadra, non capisco cosa ci sia di male ad ammetterlo.

 

Non sono particolarmente arrabbiato con Dani Alves, sono felice di averlo visto per una stagione da noi.

Mi girerebbero le palle solo dovessimo darlo via a 0, questo gentiluomismo sportivo è davvero una *.

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me dispiace molto.

Ci ha praticamente portati lui in finale.

Poi se volete posso fingere come fanno molti qui dentro e dire addio, non ci mancherai ecc.

Comunque è evidente lo scontro tra la sua mentalità offensiva e spensierata e la nostra che predilige sempre la difesa.

Bravissimo la penso esattamente come te,chi dice che è in giocatore cotto si vada a rivedere le sue partite da gennaio in poi specialmente in champios.Secondo me lui non sta facendo nessuno sgarbo,una volta saputo della riconferma di Allegri ha chiesto di andar via,poi se Marotta è capra da regalarlo non è certo colpa sua.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Peccato. Un grandissimo campione in grado di fare ancora la differenza. E che differenza.

Peserà moltissimo la sua partenza. Moltissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Ah,io la penso come te,ma molti altri gli sbavavano dietro come se avessimo preso Messi....

Il problema della Juve sono anche certi tifosi provinciali che non evolveranno mai .nono

 

 

 

Aspetta e spera....

 

 

 

Io penso che c'entri molto la parola che Tevez ha detto ad Allegri in mondovisione....

Può essere , almeno e' un' ipotesi più plausibile di tante altre. Io ho seguito un po' il Barcellona degli ultimi anni e soprattutto quello Guardiola. Dani Alves e' stato un giocatore devastante. Il miglior terzino destro al mondo a detta degli esperti. Le giocate che ci ha fatto vedere da metà stagione in avanti, personalmente non le vedevo da molto nella Juve. Ne' Caceres ne' il buon Litsch sono mai stati al suo livello. Poi uno può sentirsi offeso, io no per esempio, ma ridimensionare un giocatore non è giusto... Come tutti invecchia e noi, purtroppo, arriviamo a certi nomi solo se hanno un' età ... Sarei curioso di sapere come si sarebbe trovato una personalità come il grande Cassius Clay, Mohammed Ali, con Allegri, ahah... Si per ridere eh.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Male, molto male.

Al di là del fatto che è piuttosto parachiurlo di suo, il buon Dani (nell'intervista si contraddice da solo, prima dicendo che non sa nulla, poi che ha lasciato i suoi agenti al lavoro con la promessa di essere ricontattato quando ci sarà la risoluzione del contratto, poi ancora dice 'se andrò via' ...), per me facciamo un bel passo e mezzo indietro.

 

Resto comunque della mia idea: dopo la figura di melma fatta a Cardiff, Alves, che in pratica ci ha portato in finale in carrozza, deve aver sentenziato che non c'è speranza. Vuoi per la mentalità, vuoi per tutto quello che vi pare.

Vincere la CL e la Juventus sono, al momento, due rette parallele che non hanno nessuna intenzione di incontrarsi, neppure per sbaglio.

Per di più, uno come lui, costretto in un calcio fatto principalmente di tattica ed attenzione alla fase difensiva, perché 'la BBBC, marchio di fabbrica della Juventus e vanto e punto di forza della nazionale italiana'.

Avrà pensato: 'Ma chi me lo fa fare un altro anno così?'

E sinceramente non me la sento di dargli torto, al di là delle dichiarazioni che ha rilasciato a destra e a manca da 10 giorni a questa parte.

 

E prima che arrivino i soliti: no, in finale ha giocato male pure lui.

 

Ma se c'è un gap con le altre squadre per poter vincere a pieno diritto la CL, è quello proprio mentale, specie nella finale.

E noi, anziché tenere quei pochi che hanno la mentalità giusta (in finale solo Pjanic e Mandzukic ed in parte Alves), lasciamo andar via quello che era venuto per spiegarci come cambiarla, questa mentalità sbagliata in Europa, e ci era quasi riuscito.

 

E niente, andiamo avanti come prima.

Anzi, andiamo indietro, va bene così .ok

  • Mi Piace 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

O siamo noi i polli, e allora dove vogliamo andare? Tra l' altro polli che non imparano niente dato che non è la prima volta che accade sta cosa... O non è andata proprio così come dici tu. Perché francamente la rescissione di un contratto da parte di una società tirchia e attaccattissima ai soldi non ha senso . Inoltre Dani Alves aveva un anno di contratto non tremila ... Qualcosa deve avergli messo molta fretta, a lui come a Tevez. Cosa?

 

La rescissione di un contratto ha invece senso nell'ottica di risparmiare soldi perche' risparmi l'ingaggio e se il giocatore ha rotto con l'ambiente con dichiarazioni provocatorie ed e' decisio ad andarsene tenerlo un anno in tribuna e' un costo grosso.

Proprio perche' la societa' e' attaccata ai soldi rinuncia alla questione di principio e non lo mette punitivamente un anno in tribuna ma rescinde, cosi' facendo pero' si mostra debole e la storia puntualmente si ripete con altri calciatori.

 

Bisosgnerebbe minacciare un anno in tribuna e trattare col City che paghino dei soldi; la storia di Tevez era diversa perche' il Boca era una squadra senza soldi ma il City non avrebbe alcun problema a sganciare qualcosa, per cui bisogna insistere.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Giustamente sulle sue parole c'è chi la pensa in un modo e chi in un altro. Ma al di là di come la si pensi, a me certe parole danno molto da pensare...

Magari uno buono al posto suo lo troviamo (lo spero!), ma quello che ci manca davvero, e che lui ha "denunciato", non credo si trovi al mercato.

 

Non lo so, a differenza degli anni passati, ho pensieracci per la testa.

Spero di sbagliare e di essere solo "ancora deluso"...

 

Sul lungo periodo la società sta sbagliando poco nulla quindi rimarrei fiducioso.

 

La crescita economica è costante ed evidente così come la qualità della rosa.

 

Quello che deve cambiare è la mentalità.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

Bisosgnerebbe minacciare un anno in tribuna e trattare col City che paghino dei soldi; la storia di Tevez era diversa perche' il Boca era una squadra senza soldi ma il City non avrebbe alcun problema a sganciare qualcosa, per cui bisogna insistere.

 

Ma Alves mi pare di ricordare che avesse fatto lo stesso col Barcelona per venire da noi, teoricamente aveva ancora un anno di contratto pure con i catalani.

Probabile quindi che si fossero già presi accordi che avrebbe potuto fare lo stesso da noi, altrimenti rimaneva lì.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Male, molto male.

Al di là del fatto che è piuttosto parachiurlo di suo, il buon Dani (nell'intervista si contraddice da solo, prima dicendo che non sa nulla, poi che ha lasciato i suoi agenti al lavoro con la promessa di essere ricontattato quando ci sarà la risoluzione del contratto, poi ancora dice 'se andrò via' ...), per me facciamo un bel passo e mezzo indietro.

 

Resto comunque della mia idea: dopo la figura di melma fatta a Cardiff, Alves, che in pratica ci ha portato in finale in carrozza, deve aver sentenziato che non c'è speranza. Vuoi per la mentalità, vuoi per tutto quello che vi pare.

Vincere la CL e la Juventus sono, al momento, due rette parallele che non hanno nessuna intenzione di incontrarsi, neppure per sbaglio.

Per di più, uno come lui, costretto in un calcio fatto principalmente di tattica ed attenzione alla fase difensiva, perché 'la BBBC, marchio di fabbrica della Juventus e vanto e punto di forza della nazionale italiana'.

Avrà pensato: 'Ma chi me lo fa fare un altro anno così?'

E sinceramente non me la sento di dargli torto, al di là delle dichiarazioni che ha rilasciato a destra e a manca da 10 giorni a questa parte.

 

E prima che arrivino i soliti: no, in finale ha giocato male pure lui.

 

Ma se c'è un gap con le altre squadre per poter vincere a pieno diritto la CL, è quello proprio mentale, specie nella finale.

E noi, anziché tenere quei pochi che hanno la mentalità giusta (in finale solo Pjanic e Mandzukic ed in parte Alves), lasciamo andar via quello che era venuto per spiegarci come cambiarla, questa mentalità sbagliata in Europa, e ci era quasi riuscito.

 

E niente, andiamo avanti come prima.

Anzi, andiamo indietro, va bene così .ok

 

Scusami ma sono tutte storie. Perche' Alves ha rescisso un anno fa col Barca, per la mentalita' o altre amenita' varie? Perche' pensava che sulla carta la Juve fosse piu' forte del Barca?

Suvvia. Ha rescisso perche' non gli rinnovavano il contratto in scadenza quest'anno e aveva una clausola per rescindere un anno prima. Adesso vuole andare via perche' il City gli offre molti soldi e piu' anni di contratto.

Ma davvero siamo cosi' ingenui da pensare che il City abbia piu' chance di noi di vincere la Champions? La Champions e' un terno al lotto, basta vedere come quest'anno il Real ha buttato fuori il Bayern ai quarti, magari la meritavano di piu' i bavaresi tanto per dire.

Noi per motivarlo a restare avremmo dovuto prolungare, cosa che la societa' non vuole, o costringerlo a restare fino a scadenza controvoglia ma la nostra societa' non ha la forza ne la voglia di pagare stipendi per mettere gente in tribuna o trattenere giocatori controvoglia.

E' una storia semplice, identica a tante altre e che si ripetera' puntualmente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusami ma sono tutte storie. Perche' Alves ha rescisso un anno fa col Barca, per la mentalita' o altre amenita' varie? Perche' pensava che sulla carta la Juve fosse piu' forte del Barca?

Suvvia. Ha rescisso perche' non gli rinnovavano il contratto in scadenza quest'anno e aveva una clausola per rescindere un anno prima. Adesso vuole andare via perche' il City gli offre molti soldi e piu' anni di contratto.

Ma davvero siamo cosi' ingenui da pensare che il City abbia piu' chance di noi di vincere la Champions? La Champions e' un terno al lotto, basta vedere come quest'anno il Real ha buttato fuori il Bayern ai quarti, magari la meritavano di piu' i bavaresi tanto per dire.

Noi per motivarlo a restare avremmo dovuto prolungare, cosa che la societa' non vuole, o costringerlo a restare fino a scadenza controvoglia ma la nostra societa' non ha la forza ne la voglia di pagare stipendi per mettere gente in tribuna o trattenere giocatori controvoglia.

E' una storia semplice, identica a tante altre e che si ripetera' puntualmente.

No no, non ci siamo capiti: Alves ha rescisso col Barca perché, ipse dixit, voleva uscire dalla sua 'comfort zone'. Vuol dire che voleva cambiare aria, rimettersi in gioco, rimettersi in discussione alla veneranda età di 32 anni, dopo aver vinto una carrettata di trofei internazionali e nazionali con la maglia blaugrana.

E cosa c'è di meglio per rimettersi in discussione, che andare ad aiutare la Juventus a conquistare la Champions League? Magari portando anche una ventata di aria fresca e più 'europea', in un ambiente altamente conservativo e troppo legato all'italica tradizione?

 

Se fosse vero che a Cardiff non è successo nulla nell'intervallo, e quindi se fosse vero che abbiamo perso perché il Real Madrid (che nel primo tempo aveva visto sì e no due palloni, incluso quello del gol su regalone della nostra difesa) si è dimostrato troppo più forte e superiore di noi, allora Alves non avrebbe avuto alcun problema ad ammetterlo, e sarebbe stato il primo a dire 'Tranquilli, ci riproveremo la prossima stagione'.

Invece Alves da dopo Cardiff è cambiato come dal giorno alla notte.

Prima le dichiarazioni su Dybala, ora queste di oggi dove dice tutto e nega tutto nello stesso discorso.

Pare quasi schifato dalla Juve, pare che voglia prenderne le distanze il prima possibile, non averne più nulla a che fare.

 

Io la vedo così, e resto della mia idea.

 

Lungi da me voler fare terrorismo o polemica sterile: per me (e sottolineo PER ME) a Cardiff si è rotto qualcosa, qualcosa di profondo, anche e soprattutto all'interno della squadra stessa.

 

Poi può benissimo essere che mi sbagli della grossa e che siano tutte congetture mie basate sul nulla, per carità, lungi da me pretendere di sapere la verità.

 

Però ecco, ogni intervista, ogni spiffero, ogni indiscrezione legata o meno al mercato, che esce sulla Juventus, ad oggi non fa altro che confermare quello che penso, tutto qui.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul lungo periodo la società sta sbagliando poco nulla quindi rimarrei fiducioso.

 

La crescita economica è costante ed evidente così come la qualità della rosa.

 

Quello che deve cambiare è la mentalità.

 

hai centrato il punto delle mie perplessità... mentalità...per il resto difficile rimproverare qualcosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites

 

 

La rescissione di un contratto ha invece senso nell'ottica di risparmiare soldi perche' risparmi l'ingaggio e se il giocatore ha rotto con l'ambiente con dichiarazioni provocatorie ed e' decisio ad andarsene tenerlo un anno in tribuna e' un costo grosso.

Proprio perche' la societa' e' attaccata ai soldi rinuncia alla questione di principio e non lo mette punitivamente un anno in tribuna ma rescinde, cosi' facendo pero' si mostra debole e la storia puntualmente si ripete con altri calciatori.

 

Bisosgnerebbe minacciare un anno in tribuna e trattare col City che paghino dei soldi; la storia di Tevez era diversa perche' il Boca era una squadra senza soldi ma il City non avrebbe alcun problema a sganciare qualcosa, per cui bisogna insistere.

Si ma infatti i calciatori sanno già di avere questa opzione con noi. Il contratto non vale nulla se chi lo firma se ne va sempre via un anno prima gratis. Lo stipendio non sarebbe impossibile da armortizzare, abbiamo anche il " tesoretto" da 1,5 m di De Ceglie ahah! Solo noi a inseguire gli svincolati come i bimbominkia i pokemon... Gli altri sanno già che da noi puoi andare via a zero anche con un contratto in essere. Pensa il city come gode che con il costo del cartellino risparmiato paga lo stipendio al giocatore . Poi sulle dichiarazioni... per me ha detto solo la verità , purtroppo, e non ci trovo nulla di provocatorio... Magari farebbe meglio la società a captare certi segnali e fare scelte nella direzione di un calcio più adatto anche a fare esprimere i grandi attaccanti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sul lungo periodo la società sta sbagliando poco nulla quindi rimarrei fiducioso.

 

La crescita economica è costante ed evidente così come la qualità della rosa.

 

Quello che deve cambiare è la mentalità.

Per me siamo perfetti. L'unica cosa da cambiare è la tifoseria: la peggiore del mondo.

 

PS: non è proprio vero che siamo perfetti, qualcosa da dire c'è. Non è la mentalità ma è la stabilità di un gruppo di campioni in rosa per più anni. Non siamo in grado (per ovvie ragioni di budget) di tenere chi è al top per più di un paio di anni e per questo siamo costretti a ricercare un sostituto che per la bravura della dirigenza magari ti garantisce ottimi risultati in Italia ma hai fatto un passo indietro complessivo. Se avessimo potuto tenere Pogba e Vidal probabilmente avremmo avuto una squadra spaventosa e invece di essere nel gruppo delle otto forse ci saremmo collocati all'apice. Ma non ce lo possiamo permettere. Sono numeri troppo grandi che servono per fare questo. Per bravura della dirigenza siamo arrivati nel gruppo a ridosso di quelle di testa ed è tantissimo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.