Jump to content

Benvenuti su VecchiaSignora.com

Benvenuti su VecchiaSignora.com, il forum sulla Juventus più grande della rete. Per poter partecipare attivamente alla vita del forum è necessario registrarsi

Juve 76 77

Utenti
  • Content count

    974
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Juve 76 77 last won the day on January 30 2014

Juve 76 77 had the most liked content!

Community Reputation

5,271 Guru

About Juve 76 77

  • Rank
    Primavera
  • Birthday 07/09/1966

Informazioni

  • Squadra
    Juventus
  • Sesso
    Uomo
  • Provenienza
    Paola

Recent Profile Visitors

15,139 profile views
  1. Juve 76 77

    Basta Juventus! (ma solo sul logo)

    Era inevitabile ed anche sacrosanto. Ormai è uno dei loghi più conosciuti a livello mondiale.
  2. Senza neanche pensarci. Bernardeschi non ha la personalità per giocare nella Juve e si limita a fare il compitino quando è in buona giornata. Ha deluso molto. Un paio di partite memorabili non certificano il fatto che meriti la Juve.. Milik invece fa al caso nostro. Prima punta forte fisicamente abile però nel dialogare con i compagni e adatto anche a profondi rientri per dare una mano a centrocampo. E poi ci manca uno che faccia i gol "sporchi" o "facili". Non possiamo aspettare sempre la prodezza dei nostri fuoriclasse. Una vera punta ci semplificherebbe la vita ed eviterebbe il solito enorme dispendio di energie alla squadra.
  3. Juve 76 77

    La prima punta di livello non serve

    E' così difficile capire che ci manca la punta che attacchi la profondità e che segni le reti "facili", quelle "sporche"? Non sempre i nostri fuoriclasse possono inventarsi prodezze inenarrabili. Avere un centravanti che la butti dentro semplifica le cose ed evita spesso un enorme dispendio di energie alla squadra tutta. pensare di cedere Dybala è comunque folle.
  4. Juve 76 77

    Cosa fare con Ramsey e Rabiot?

    Lui ed anche Sarri hanno spiegato che il giocatore è arrivato a torino dopo essere stato lontano dal campo e dal clima partita per oltre sei mesi. Come tutti o quasi gli stranieri non è stato facile per lui l'ambientamento in un nuovo Paese, con nuovi compagni, una nuova lingua ecc. Purtroppo poi alcuni infortuni lo hanno bloccato e dunque la continuità di cui avrebbe avuto bisogno è stata un miraggio. Infine la lunga pausa per il Covid non ha certo facilitato le cose..
  5. Juve 76 77

    Cosa fare con Ramsey e Rabiot?

    Questa giustissima riflessione rafforza la mia argomentazione. Ho citato appositamente Platini non solo perchè francese ma proprio perchè arrivò in Italia come star internazionale. E se ebbe notevoli difficoltà lui o lo stesso Zidane che per tre quattro mesi non beccò palla (anche lì ambientamento difficile per motivi tattici e per la innata timidezza, un pò come Rabiot) vuoi che non ne abbia un giocatore di buon livello ma non certo un fuoriclasse come Rabiot?
  6. Juve 76 77

    Cosa fare con Ramsey e Rabiot?

    Non so se hai vissuto l'era di Platini. Dopo un buon avvio nelle primissime partite per sei mesi fu l'ombra di se stesso. Si parlava di flop nel campionato italiano. Michel era vittima della pubalgia (ma non solo chiaro) ma il motivo vero delle difficoltà divenne chiaro a fine stagione. Lui e Boniek parlarono con Boniperti e chiesero la "defenestrazione" di Furino (che mal sopportava i due stranieri) il quale preferiva lanciare davanti anzichè far impostare il dieci francese. Insomma vi erano problemi tattici ben evidenti. E neanche per un uomo di mondo come Michel (e lo stesso Boniek che poche volte dette dimostrazione della sua straripante forza nel campionato italiano) fu facile abituarsi ad usi e costumi degli italiani. Rabiot è arrivato in Italia molto più giovane e dopo essere stato assente dai campi di clacio per oltre sei mesi. Riacqusistare il ritmo partita giocando a spezzoni non è facile. Mettici qualche infortunio e l'emergenza Covid ed il quadro è completo. Ha ragione Sarri a dargli ora continuità..
  7. Juve 76 77

    Cosa fare con Ramsey e Rabiot?

    A meno di offerte irrinunciabili vanno tenuti entrambi. Paratici ha spiegato benissimo le difficoltà incontrate da Rabiot che comunque è parso molto più vivo e partecipe nell'ultimo match. Troppo spesso dimentichiamo (vedi De Ligt) che per uno straniero non è facile ambientarsi in un altro Paese, un'altra cultura calcistica ecc.
  8. Juve 76 77

    Quanto è forte De Ligt?

    A 20 anni è sfrontato ed ha grande personalità. I primi mesi ha sofferto il cambio di Paese, di lingua ecc ed è rimasto un pò intimidito dalla...grandezza dei compagni. Ora si è scrollato di dosso ogni titubanza e dimostra di essere un top defender. Fisico, posizione, anticipo, piedi discreti. Lui e Demiral ci faranno dormire sogni tranquilli in futuro.
  9. Pjanic ha semplicemente deluso. Lo stesso Bentancur pur avendo sul piano tecnico meno classe del bosniaco gioca con maggiore intensità ed accorcia sempre in avanti alzando la linea del pressing. Miralem dopo un paio d'anni di ottimo rendimento si è come spento. Sempre indolente, mai una verticalizzazione, lento di piede e di testa.Era giunto il momento di separarsi
  10. Juve 76 77

    Trentacinque anni fa, l’Heysel

    Ero lì. Nel settore opposto al famigerato zeta. Da quel giorno molto quasi tutto è cambiato. Ho smesso di litigare per il calcio.
  11. Higuain, Pjanic e soprattutto la lentezza del giropalla.
  12. Ero in quello stadio-pollaio e ricordo tanta ma tanta pioggia. Ed una juve superlativa. Forse il mio ricordo più bello
  13. Juve 76 77

    Edilson: “Io più forte di Ronaldo, Messi e Neymar”

    Manco me lo ricordo questo Carneade...
  14. Troppa importanza ad un mezzo giocatore. stia pure dov'è. Già mi preoccupavo per il suo arrivo. Ora mi sento sollevato
  15. Grande Stefano il Tuo scritto accorato, appassionato e comunque sempre lucido e competente mi trova, al solito, assolutamente allineato sulle tue posizioni. Purtroppo i tifosi juventini, o meglio parte di loro, hanno fatto l'abitudine alla vittoria dello scudetto come se la stessa fosse facile e si trattasse di una semplice formalità. O un dovere da adempiere. In realtà i più giovani non conoscono i periodi bui della nostra amata anche nella massima serie. Perchè anche noi abbiamo trascorso periodi di digiuno. Certo, la vittoria della Champions resta un sogno per tutti noi. Io ero all'Heysel e so quanto quella vittoria conti quasi zero. Il trionfo all'Olimpico non può essere sufficiente per una squadra ed una società vincente come la nostra. Questa adorabile ossessione non deve però far svilire le altre vittorie. Che sono tutte sudate, conquistate con la cultura e la dedizione del lavoro. Con la professionalità di una società che ha nel DNA la predisposizione a giocare solo per vincere. E che sono vittorie che nessuno ci regala. Perchè sono tutti contro di noi. Da sempre. ed allora festeggiamole tutte come si deve! Bravo Stefano nel continuare la tua opera meritoria di ridare dignità ad ogni nostro trionfo, a mettere i puntini sulle "i". A ricordare a tutti che dietro ogni vittoria c'è un sacrificio. Di tutti.
×

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.